730 senza CU? Dichiarazione congiunta

Risposta di

Greta Rosatelli

scritto il

Franco chiede

Mia nuora è sposata in separazione di beni, con unico reddito un locale commerciale affittato, lo scorso anno ha presentato il Modello Redditi.  Può compilare il 730 online? Quali sono le modalità del passaggio tra i due modelli? O invece deve fare dichiarazione congiunta con il marito?

Greta Rosatelli risponde

Quando si effettua dichiarazione dei redditi per un anno d’imposta, perché obbligato o perché vantaggioso – in questo caso vuol dire che sta recuperando una certa cifra dalle tasse pagate – l’anno successivo non c’è alcun obbligo di ripresentarla, a meno che non si verifichino le condizioni per doverlo/poterlo fare.

Per entrare nel merito della questione, regola vorrebbe che un contribuente possa effettuare 730 nel momento in cui è in possesso di almeno una Certificazione Unica da inserire in dichiarazione, cioè nel momento in cui ha prodotto redditi da lavoro durante l’anno d’imposta trattato (vedi anche le istruzioni al 730 dell’Agenzia delle Entrate in aggiornamento ogni anno).

In realtà, si può presentare il 730 anche senza sostituto d’imposta (es. disoccupati). Se il conguaglio è a credito, l’Agenzia delle Entrate effettuerà direttamente il rimborso (indicando in dichiarazione “730 senza sostituto”), mentre in caso di debito si pagherà con F24.

Nel caso esposto, non essendo la contribuente in possesso di una Certificazione Unica ma avendo l’obbligo di presentare comunque dichiarazione poiché ha prodotto redditi fondiari (affitto locale commerciale, sa da 500 euro in su), potrà presentare il modello Redditi.

C’è anche la possibilità di presentare il 730 con il coniuge (anche in presenza di separazione dei beni, poiché sono due distinte dichiarazioni che si congiungono solo alla fine per quanto riguarda il calcolo finale delle imposte da pagare/rimborsare) tramite una dichiarazione congiunta dove il dichiarante sarà il marito e lei il coniuge dichiarante.