Fondo Caregiver familiari: nuove risorse per assegni e bonus

di Teresa Barone

19 Gennaio 2024 08:33

Ripartite le nuove risorse regionali per l'utilizzo dei fondi destinati a bonus, assegni di cura e prestazioni destinate ai caregiver familiari.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con i criteri e le modalità di utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno al ruolo del caregiver familiare, relativamente all’annualità 2023, pari a 25.807.485 euro.

Il decreto ripartisce le risorse destinate alle Regioni in previsione del successivo trasferimento agli ambiti territoriali e utilizzabili per avviare interventi di supporto, anche economico, per queste figure.

Fondo Caregiver: il Decreto con le nuove risorse

Il DPCM 30 novembre 2023 – pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 16 gennaio 2024, n. 12 – reca le modalità di riparto di utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare per l’annualità 2023.

=> Caregiver e Legge 104: requisiti e agevolazioni

Riparto risorse

La tabella 1 allegata al decreto, ripartisce le risorse tra le Regioni.

I fondi, ai sensi dell’art. 1, comma 254, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sono destinati a persone in condizione di disabilità grave e gravissima, anche per il tramite di programmi di accompagnamento finalizzati alla deistituzionalizzazione e al ricongiungimento del caregiver con la persona assistita.

Bonus e assegni di cura

Le Regioni hanno l’opportunità di individuare i progetti da attuare, che devono rientrare nell’ambito di specifiche tipologie di azioni finanziabili:

  • interventi di assistenza diretta in favore dei caregiver con l’erogazione di contributi di sollievo o assegni di cura;
  • interventi di assistenza diretta o indiretta con la predisposizione di bonus sociosanitari;
  • assistenza diretta o indiretta per fruire di prestazioni di tregua dall’assistenza alla persona con disabilità;
  • sviluppo di progetti relativi a percorsi di sostegno psicologico individuale o di gruppo;
  • interventi per la formazione dei nuclei familiari che assistono persone con disabilità grave e gravissima.