Tratto dallo speciale:

Cedolino pensione di gennaio: primi aumenti e conguagli

di Redazione PMI.it

scritto il

Nel cedolino pensione di gennaio 2022 ci sono le operazioni di conguaglio INPS per la rivalutazione sul 2021 e quelle di perequazione sui rinnovi 2022.

Con il cedolino pensione di gennaio 2022, di norma arrivano le operazioni di conguaglio INPS rispetto a quanto è stato erogato nell’anno precedente, applicando le rivalutazione definitiva rispetto a quella provvisoria utilizzata nei precedenti 12 mesi. Per il 2021, però, l’aumento finale di perequazione automatica è risultato allo 0,0%, per cui nessun sono previsti conguagli rispetto a quanto corrisposto nel 2021.

Aumento pensioni 2022

Diverso il caso delle operazioni di rinnovo delle pensioni e delle prestazioni assistenziali e di accompagnamento alla pensione per il nuovo anno: in questo caso, la perequazione per il 2021 è risultata essere +1,7%, da applicarsi dal 1° gennaio. Tuttavia, per le liquidazioni di gennaio l’INPS ha utilizzato per il calcolo degli aumenti un indice di perequazione provvisorio, pari a + 1,6%. La corresponsione delle differenze di perequazione (arretrati), laddove spettanti, sarà effettuata nel primo trimestre 2022.

Trattenute IRPEF

Per quanto riguarda le trattenute fiscali, invece, dal rateo di pensione di gennaio, si applicano quelle IRPEF 2022 e le addizionali regionali e comunali relative al 2021 (11 rate nell’anno successivo a quello cui si riferiscono). I conguagli d’imposta a consuntivo delle ritenute erariali relative al 2021 (IRPEF e addizionale regionale e comunale a saldo) applicate alle sole pensioni saranno applicati sulle rate di pensione di gennaio e febbraio 2022 (chi è in debito di oltre 100 euro ma prende una pensione annua fino a 18mila euro, subirà una trattenuta a rate fino a novembre prossimo). Le prestazioni di invalidità civile, le pensioni e gli assegni sociali, le prestazioni esentasse (per residenza estera o per vittime del terrorismo) non subiscono trattenute fiscali.

Recupero eccedenze

Per le pensioni della Gestione pubblica, eventuali importi superiori a quelli spettanti per prestazioni collegate al reddito corrisposte in via provvisoria nel 2019 saranno oggetto di recupero a partire dalla rata di gennaio 2022 (ai pensionati interessati è stata inviata apposita comunicazione con raccomandata con ricevuta di ritorno).

Pagamento pensioni

  • Per chi riscuote la pensione alle Poste, il pagamento del rateo di gennaio 2022 è anticipato al 27 dicembre 2021, con ultimo pagamento entro il 31 dicembre (vedi il calendario).
  • Per chi riceve la pensione in banca, l’accredito è fissato al 4 gennaio 2022, secondo giorno bancabile del mese, come da prassi per il solo mese di gennaio di ogni anno (leggi i dettagli).

Lettura del cedolino pensione

Cedolino pensione è il servizio INPS online che permette ai pensionati di verificare l’importo erogato ogni mese e di conoscere il dettaglio di trattenute, rimborsi e altre voci variabili del rateo. Il servizio  mostra le varie informazioni sul rateo di pensione e spiega il motivo della variazione di importo.