Tratto dallo speciale:

Bonus baby sitting rifinanziato: domande entro agosto

di Redazione PMI.it

scritto il

Rifinanziato il bonus baby sitting, domande aperte anche per il sussidio centri infanzia: prestazioni e richieste entro agosto, rendiconto entro l'anno.

Il decreto Agosto ha rifinanziato il bonus baby sitter, destinandovi circa 170 milioni di euro inizialmente stanziati per il bonus lavoratori domestici ma poi avanzati. Le domande sospese per esaurimento fondi saranno quindi sbloccate e messe in pagamento.

Intanto, è ancora possibile fare domanda sia per il bonus baby sitting sia per il contributo economico per pagare centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia: la scadenza è fissata al 31 agosto.

Si tratta del doppio bonus introdotto dal Cura italia e poi ampliato dall’articolo 72 del dl 34/2020. Che, appunto, prevede la possibilità di utilizzo fino al 31 agosto rispetto alla precedente data del 31 luglio.

Scadenze

In base alla legge di conversione del Dl Rilancio sono cambiati i termini per presentare domanda e utilizzare il bonus, mentre resta confermato quello per le rendicontazioni sulla piattaforma digitale. Di seguito le scadenze sintetizzate per punti.

  • Le domande di bonus per servizi di baby-sitting, centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia possono essere presentate fino al 31 agosto 2020: si usa la procedura online presente sul portale dell’istituto (c’è anche una Guida).
  • Possono essere remunerate tramite il Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte dal 5 marzo al 31 agosto 2020.
  • Per i servizi svolti nel periodo sopra indicato si  potrà effettuare la comunicazione sulla piattaforma delle prestazioni occasionali entro il 31 dicembre 2020.

=> Bonus baby-sitting: istruzioni INPS online

Requisiti bonus baby sitting

Ripercorriamo brevemente le principali regole relative al bonus baby sitting con causale Covid, utilizzabile anche per i centri estivi.

La normativa di riferimento è il comma 8 dell’articolo 23 del Cura Italia (dl 18/2020), in base a cui i lavoratori beneficiari del congedo straordinario di 30 giorni per i genitori, possono in alternativa scegliere un bonus pari a 1.200 euro. Per chiederlo, presentano domanda all’INPS, utilizzando la specifica procedura messa a disposizione sul portale.

Bisogna registrarsi alla sezione dedicata alle Prestazioni occasionali, Libretto Famiglia, lo strumento che viene utilizzato per pagare le prestazioni.

  • Inoltro richiesta bonus con procedura online, secondo le istruzioni contenute nella circolare INPS 44/2020 ed entro fine agosto 2020. Guida online e documenti di prassi successivi forniscono ulteriori chiarimenti.
  • Appropriazione bonus entro 15 giorni dall’accoglimento della domanda, a pena decadenza dal beneficio. Non si tratta della rendicontazione ma dell’operazione che consente al richiedente di avere a disposizione il bonus per retribuire le prestazioni.
  • Prestazioni agevolabili: devono ricadere fra il 5 marzo e il 31 agosto 2020.
  • Termine rendicontazione: una volta effettuata l’appropriazione e la prestazione, l’utilizzatore ha tempo fino al 31 dicembre per rendicontare l’operazione (questo termine non è cambiato con le novità della legge di conversione).

Bonus centri estivi e servizi infanzia

In seguito alle novità del dl Rilancio, in alternativa si può scegliere un bonus, di pari valore (1.200 euro), per pagare servizi integrativi per l’infanzia. Queste le strutture che rientrano nell’agevolazione:

  • Centri e attività diurne (L),
  • Centri con funzione educativo-ricreativa (LA),
  •  Ludoteche (L1),
  • Centri di aggregazione sociale (LA2),
  • Centri per le famiglie (LA3),
  • Centri diurni di protezione sociale (LA4),
  • Centri diurni estivi (LA5),
  • Asili e servizi per la prima infanzia (LB),
  • Asilo Nido (LB1),
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia (LB2),
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: spazi gioco (Lb2.2),
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: centri bambini genitori (LB2.3)

Per fare domanda di bonus, bisogna presentare l’iscrizione per il periodo dalla chiusura delle scuole fino al 31 agosto 2020. Anche in questo caso, c’è una specifica procedura online, che richiede fra le altre cose l’inserimento delle modalità dio pagamento prescelte, attraverso le quali verrà versato il bonus.

I Video di PMI