Taskhunters: lavoro per universitari

di Alessia Valentini

scritto il

A chi non è capitato di volere un lavoretto per arrotondare e pagarsi piccole spese e hobby? Ma la difficoltà ha sempre riguardato il poco tempo a disposizione per farlo. Per ovviare al problema, quattro ragazzi di Treviso – Lorenzo Teodori (CEO), Marco Premier, Francesco Piovesan e Alberto Mora – hanno  fondato Taskhunters che in poco tempo ha raggiunto quota 4.000 iscritti.

Taskhunters è la prima piattaforma in Italia che permette agli universitari di mantenersi agli studi, trovando lavori temporanei: fare la spesa al supermercato, ritirare le camicie in tintoria, traslochi, commissioni in posta, dog sitter, assistenza informatica.

Tramite l’app per smartphone di Taskhunters (disponibile per Android su Google Play e per iOS su Apple Store) gli utenti possono postare la propria richiesta indicando prezzo e condizioni, scegliendo tra più categorie: shopping, faccende domestiche, assistenza personale, ritiro e consegna, pet care.

A loro volta gli studenti universitari possono candidarsi per svolgere queste attività, accettare il compenso o contrattare un importo più elevato. Chi posta l’offerta potrà scegliere a chi assegnare il lavoro, selezionando lo studente più adatto tra le persone che si sono proposte.

Una volta completato il lavoro, il pagamento si effettua online attraverso la piattaforma Stripe. Alla fine il committente e lo studente possono scriversi recensioni a vicenda per costruirsi una buona reputazione all’interno dell’applicazione.

Taskhunters sta sviluppando anche una versione “for business” che permetterà alle aziende e alle PMI di accedere al network di studenti fidati ed esternalizzare alcuni lavori temporanei, che sono time-consuming e non richiedono grande specializzazione.

Nel 2017 gli obiettivi di Taskhunters riguarderanno l’aumento del numero di studenti, privati e aziende e il lancio dell’app a Roma, Torino, Bologna e Padova. Dal 2018 al 2020, è previsto un piano di espansione in Europa nelle città di Londra, Lisbona, Madrid, Berlino e Parigi.

Taskhunters è una startup di Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM) e di Itaka che ha creduto nel progetto sia come investitore sia come partner industriale. I motivi di finanziamento risiedono nell’idea innovativa e una finalità sociale forte: aiutare  studenti,  famiglie e anziani nelle attività quotidiane.

I Video di PMI