Tratto dallo speciale:

Contributi in conto capitale per progetti di ricerca

di Roberto Grementieri

scritto il

Il nuovo bando della Regione Toscana per contributi in conto capitale finalizzati alla realizzazione di progetti di ricerca mira al consolidamento della competitività  del sistema produttivo toscano mediante la promozione della ricerca e del trasferimento tecnologico in tema di ambiente, energia, trasporti, logistica e infomobilità .

Allo stesso tempo, tra gli obiettivi del bando spiccano la creazione e il rafforzamento di efficaci sistemi di innovazione, di relazioni sistemiche e di network tra i settori dell’imprenditoria e quello della ricerca.
Ulteriore finalità  che si intende perseguire è quella di promuovere, incrementare e rendere più efficaci gli investimenti nel campo della ricerca.

Beneficiarie dell’intervento sono tutte le imprese del territorio, quindi anche microimprese e Pmi. Il contributo, in conto capitale, è concesso per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, con una contribuzione sino all’80% dei costi ammissibili.

Sono agevolabili i progetti di ricerca in materia di trasporti, logistica e infomobilità  (ma anche ambiente ed energia) indirizzati a promuovere la mobilità  sostenibile anche attraverso lo sviluppo di dispositivi e strumenti tecnologici per i nuovi mezzi di trasporto a ridotto impianto ambientale sia per uso privato che pubblico; ottimizzare la logistica delle persone e delle merci attraverso l’implementazione e lo sviluppo di sistemi ICT di infomobilità ; migliorare gli strumenti e le capacità  di pianificazione e gestione tecnicoeconomica del sistema complessivo della mobilità .

La domanda deve essere compilata sia online mediante accesso al sistema gestionale POR CReO (per la compilazione digitale è stato predisposto un apposito manuale operativo) sia in forma cartacea.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web della Regione Toscana, dove potrete scaricare tutta la modulistica necessaria.

Il bando scade il 16 febbraio 2009.

I Video di PMI

Resto al Sud per giovani imprenditori