Scrivere matrici con LyX

di Agnese Bascià

scritto il

LyX è un editor gratuito, open source, multipiattaforma e liberamente scaricabile, non molto comune rispetto ai concorrenti di uso quotidiano, ma noto fra coloro che fanno uso di TeX/LaTeX.

Tuttavia, un suo impiego semplice e proficuo può essere fatto per scrivere formule matematiche all’interno di un documento di testo, che possono poi essere esportati in vari formati.

Innanzitutto, è bene sottolineare che LyX è piuttosto completo come editor e nella grafica ricorda molto OpenOffice.org; ma contempla alcune funzionalità specifiche, come la visualizzazione di codice sorgente, l’inserimento di codice TeX e altro.

Ai fini di questo breve assaggio di un editor tutt’altro che elementare, vorrei soffermarmi sull’inserimento di matrici e operatori in un documento editato con LyX.

Dal menu “File” creiamo un nuovo documento cliccando su “Nuovo”, quindi spostiamoci nel menu “Inserisci | Matematica” e selezioniamo la voce “Matrice”.

Dalla successiva finestra decidiamo le dimensioni della matrice (3X3; 4X4, ecc); nell’area del documento appariranno tanti quadretti vuoti da riempire con i dati della matrice.

Se si deve procedere a moltiplicare la matrice creata con un’altra, allora bisogna aggiungere una casella contenente il simbolo di moltiplicazione (* o X): andiamo in “Inserisci | Matematica” e selezioniamo la voce “Formula in linea”; si aprirà una casella di testo nel quale scrivere l’operatore.