BEI: 800 mln alle Pmi con Unicredit e Intesa

di Noemi Ricci

scritto il

Da due accordi, uno con Unicredit l'altro con Intesa Sanpaolo, Bei mette in campo 800 milioni di euro in favore delle Pmi italiane. Saranno finanziati sia i nuovi che i vecchi progetti ancora in corso.

La BEI (Banca europea per gli investimenti) riserva per le Pmi italiane fondi pari a 800 milioni di euro per finanziarne i progetti attraverso finanziamenti bancari: 400 milioni saranno messi a disposizione di Intesa Sanpaolo; gli altri 400 sono invece frutto di un secondo accordo con Gruppo UniCredit.

La prima linea di credito sarà gestita da Mediocredito italiano e da Leasint, banche del gruppo Intesa. La nuova linea di credito Unicredit andrà invece a finanziare le società di leasing del gruppo (la UniCredit Fineco Leasing e la UniCredit Leasing) per gli interventi in favore delle piccole e medie imprese italiane, nuovi e vecchi.

Inoltre, saranno disponibili conti correnti, servizi di incasso e pagamento, servizi di investimento, di gestione dei rischi e di internazionalizzazione con la finalità di espansione del business all’estero.

Entrambe gli accordi riguardano sia le imprese che chiedono finanziamento per la realizzazione di nuovi progetti che per quelle che necessitano di credito per iniziative già in corso e non ancora ultimate.

I progetti finanziabili sono quelli finalizzati a ristrutturazione e ammodernamento; acquisto, costruzione e ampliamento dei fabbricati; acquisto di impianti, attrezzature, macchinari e automezzi; spese, oneri accessori e immobilizzazioni immateriali collegate agli investimenti, incluse le spese di ricerca, sviluppo e innovazione; la necessità permanente di capitale circolante legata all’attività operativa.

In totale è possibile chiedere fino a 12,5 mln euro, a copertura anche dell’intero importo dell’investimento effettuato dalle Pmi di tutti i settori produttivi (agricoltura, artigianato, industria, commercio, turismo e servizi).

ARTICOLI CORRELATI