Bonus 200 euro: come si calcola la soglia di reddito?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Carmine chiede:

Per il Bonus da 200 euro per lavoratori e pensionati con redditi fino a 35.000 euro, il limite di cui tenere conto è quello ai fini ISEE oppure no?

In base alle informazioni ad oggi disponibili sul bonus 200 euro inserito nel decreto Aiuti, non dovrebbe rilevare l’ISEE ma solo il reddito lordo da lavoro dipendente o da pensione percepito in corso d’anno. Non si possono avere certezze fino a quando non sarà pubblicato il testo del decreto in Gazzetta Ufficiale, ma direi che tutte le indicazioni fornite vanno in questo senso.

Il Governo ha indicato come requisito per i lavoratori e i pensionati la soglia di reddito, pari a 35mila euro lordi annui. L’ISEE è invece escluso, anche perché riguarderebbe la situazione economica e patrimoniale dell’intero nucleo familiare mentre il bonus 200 euro sembra destinato alla singola persona.

Per esempio, in un nucleo familiare composto da due persone che lavorano, entrambe avranno il bonus se il reddito di ciascuno resta sotto i 35mila euro. Ripeto: per ogni certezza bisogna attendere la norma in Gazzetta ma, sia in considerazione delle indicazione fornite dal Governo sia in base alle indiscrezioni basate sulle bozze, si esclude che rilevi l’ISEE.

Per la fruizione di questo assegno una tantum (previsto entro luglio direttamente in busta paga o nel cedolino pensione), in ultima analisi, rileva il reddito del singolo lavoratore o pensionato.

Risposta di Barbara Weisz

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Cerca tra quelle pubblicate oppure

Chiedi all'esperto