Microcredito contro la crisi: strumenti e bandi

di Alessia Valentini

scritto il

Strumento di microfinanza rivolto ai soggetti non bancabili: guida al microcredito in Italia e ai bandi per accedere ai finanziamenti riservati alle fasce economicamente e socialmente più deboli.

Il Microcredito, credito di piccolo ammontare finalizzato all’avvio di attività imprenditoriale o per far fronte a spese d’emergenza, è uno strumento finanziario rivolto ai soggetti deboli dal punto di vista socio-economico, come specifica il nuovo Testo Unico Bancario (DL 141/2010, art. 111): destinatari delle azioni di microfinanza sono sia le imprese commerciali, sia per le persone fisiche.

Un modello consolidatosi grazie a Yunus e alla sua Grameen Bank nei paesi in via di sviluppo, per poi estendersi anche in Occidente visto l’incremento di soggetti non bancabili che non possono avere accesso al credito tradizionale per mancanza di garanzie economiche: in quest’ottica, il microcredito è considerato uno strumento di sviluppo locale.

In Italia si è diffuso prima al Nord e poi gradualmente in tutta la Penisola vedendo quintuplicati gli interventi negli ultimi anni: il boom si è registrato nel 2010, come fotografa la ricerca di Rete Italiana di Microfinanza RITMI, con la collaborazione della Fondazione Giordano Dell’Amore.

In Italia sono attivi numerosi soggetti che si occupano di promuovere e veicolare le attività di microcredito, come MxIT-Microcredito per l’Italia o Permicro, società specializzata in microcredito nata a Torino e operante su tutto il territorio nazionale sostenendo imprese e famiglie.

Ente Italiano per il Microcredito

Tra i diversi attori che partecipano allo sviluppo di queste pratiche, segnaliamo l’Ente Italiano per il Microcredito che intende promuovere,  e stimolare il ricorso a questa forma di microfinaza, specialmente ora che il Paese si trova in uno stato di crisi economica e di “depressione” emotiva e sociale.

L’Ente persegue sia attività di credito – mediante fondi pubblici e privati messi a disposizione specificamente per la lotta alla povertà – sia attività di formazione mirata per operatori che vogliano specializzarsi in microcredito e microfinanza.

Credito

Nella sezione bandi e gare del portale dell’ente, è possibile tenersi aggiornati sulle opportunità relative allo stanziamento di fondi agli aventi diritto che ne fanno richiesta sulla base della graduatoria.

Formazione

Gli strumenti l’ente propone a chi voglia farsi una cultura risiedono nel Manuale di Microfinanza e nel documento del modello finanziario, che introducono i concetti principali e spiegano nel dettaglio le principali tematiche del microcredito.

Vengono organizzati periodicamente seminari e convegni che promuovono e spiegano il funzionamento del microcredito. Il prossimo 8 Maggio è prevista ad esempio una speciale “lectio magistralis” dal titolo “Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale, nella prospettiva di un’autorità pubblica a competenza universale”. Fra i partecipanti anche il presidente di Afcea capitolo di Roma Pietro Finocchio insieme ad altri illustri rappresentanti che testimonieranno l’importanza e l’esigenza di stimolare il microcredito come forma di rilancio in tempo di crisi.

Per approfondimenti è consigliabile visitare il portale dell’Ente Italiano per il Microcredito:

I Video di PMI

Nuove imprese a tasso zero