Tratto dallo speciale:

SIMEST: nuovi strumenti agevolati per l’export delle PMI

di Redazione PMI.it

scritto il

SIMEST amplia l’offerta di agevolazioni a disposizione delle imprese italiane che esportano beni di investimento e servizi

Poter contare su risorse e strumenti agevolati rappresenta un notevole vantaggio competitivo per le imprese italiane operanti all’estero, che vedono nell’export e nelle iniziative di internazionalizzazione la strada più efficace per potenziare la crescita.

SIMEST – società del Gruppo CDP specializzata nel sostenere la crescita del Made in Italy attraverso iniziative di internazionalizzazione -, amplia l’offerta di agevolazioni a disposizione delle imprese che esportano beni di investimento e servizi. Pensate soprattutto per PMI e MidCap che mirano a consolidare il loro posizionamento nei confronti dei competitor internazionali, le soluzioni SIMEST possono realmente rivelarsi determinanti in un contesto internazionale variegato e reso ancora più complesso dalla pandemia.

Per sostenere concretamente l’export italiano, SIMEST ha reso operativi due nuovi strumenti agevolati basati su risorse gestite per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: il “Contributo su Leasing all’Esportazione” e il “Contributo su Lettere di Credito Export”.

Contributo su Leasing all’Esportazione

Il “Contributo su Leasing all’Esportazione” promosso da SIMEST è un’agevolazione a fondo perduto in conto interessi, accessibile da parte delle imprese italiane che concedono in leasing a medio lungo termine beni strumentali e relativi servizi. La risorsa è destinata anche alle società di leasing nazionali che acquistano beni e servizi da produttori italiani per concederli in leasing a controparti estere.

Contributo su Lettere di Credito Export

Il “Contributo su Lettere di Credito Export” si rivolge invece alle imprese italiane che richiedono il pagamento delle proprie commesse estere attraverso una lettera di credito, emessa da una banca estera e finanziata a medio lungo termine da una banca italiana confermante. L’agevolazione si propone di rendere più competitivo il tasso d’interesse dell’intera operazione.

Soluzioni per l’export delle imprese

I due nuovi strumenti attivati da SIMEST arricchiscono le iniziative attualmente operative a sostegno delle aziende italiane esportatrici. Il “Contributo Export su Credito Fornitore”, ad esempio, viene concesso all’esportatore italiano al fine di ridurre il costo dello smobilizzo di titoli di pagamento emessi dall’acquirente estero, mentre proprio a quest’ultimo è destinato il “Contributo Export su Credito Acquirente” per ridurre il costo complessivo in conto interessi dei propri finanziamenti export.

Maggiori informazioni sugli strumenti e agevolazioni SIMEST sono reperibili sul portale ufficiale.