Buoni Lavoro

Tutto quello che devi sapere suoi buoni lavoro, strumento introdotto dall'INPS a seguito della Riforma Fornero.

Cosa sono, come funzionano e dove trovare i voucher per il lavoro occasionale di tipo accessorio, strumento pensato per far emergere dal cosiddetto nero tutta una serie di piccole attività altrimenti destinate a rimanere nel sommerso, svolte e retribuite senza alcun tipo di ammortizzatore sociale.

Col tempo l'uso dei buoni lavoro è stato esteso da un ambito prettamente domestico a settori professionali quali commercio, agricoltura e intrattenimento per prestazioni lavorative fino a 5.000 €, arrivati a 7.000 con l'entrata in vigore del Jobs Act. Dal 2015 i voucher lavoro sono uno strumento utilizzabile anche nel settore dell'industria e dell'artigianato.

Il boom negli acquisti e nell'uso dei buoni lavoro ha però portato come conseguenza un diverso tipo di elusione ed evasione rispetto a norme fiscali e previdenziali più adeguate al tipo di attività remunerata in buoni lavoro. Per ovviare a ciò il committente è obbligato a comunicare in maniera telematica all'INPS, almeno un'ora prima dell’inizio della prestazione per la quale si è richiesto i buoni, nome e codice fiscale del lavoratore, luogo, data e durata prevista per lo svolgimento della stessa. L'obiettivo è migliorare la tracciabilità dei voucher ed evitarne un uso scorretto.

Il valore di ogni voucher lavoro, tutti vidimati con il logo INPS, è pari a 10 € dei quali 7,50 sono netti per il lavoratore e la restante parte sono per i contributi INPS e INAIL.

Il mercato del Lavoro in Italia

Mercato del Lavoro La ripresa del PIL in Italia si riflette sul mercato del lavoro: occupazione in crescita, inoccupati e inattivi in flessione, soprattutto fra le donne. Sono i dati ISTAT relativi al secondo trimestre 2017.  A fronte di una crescita del prodotto interno lordo pari allo 0,4% congiunturale e dell'1,5% su base annua, l'occupazione è aumentata nel periodo fra aprile e giugno dello 0,3%, che corrispondono a 78mila nuovi posti di lavoro rispetto al trimestre precedente. => Mercato del lavoro statico, salari penalizzati Rispetto al primo trimestre, è aumentato soprattutto il numero dei...

Guida ANPAL su incentivi assunzione

Assunzioni L'esonero contributivo per le assunzioni di giovani con il sistema duale previsto dalla Legge di Bilancio 2017, le novità sull'apprendistato, e la nuova legge sui voucher lavoro, che ha introdotto libretto di famiglia e contratto di prestazione occasionale: l'ANPAL, agenzia nazionale politiche attive per il lavoro, ha aggiornato la guida online sugli incentivi all'assunzione inserendo capitoli relativi alle ultime normative. => Incentivi assunzione con sistema duale L'agevolazione contributiva prevista dalla manovra 2017 (commi 308 e 309, legge 232/2016), prevede l'esonero contributivo...

Lavoro occasionale e assegno di disoccupazione

Lavoro Dopo la riforma dei voucher lavoro sono numerosi i dubbi sollevati in merito alla loro applicazione e soprattutto sulla loro compatibilità del lavoro occasionale con lo stato di disoccupazione e con la fruizione dei sussidi a sostegno del reddito (NASpI, ASDI, Dis-coll, mobilità). L’INPS non ha ancora fornito un chiarimento certo a questi interrogativi, tuttavia quello che si sa per certo è che i contratti di prestazione occasionale (CPO) sono compatibili con la NASpI e con gli altri ammortizzatori sociali come i vecchi voucher. => NASpI, guida completa 2017 Questi ultimi erano...

Lavoro occasionale, al via il portafoglio telematico

Lavoro Registrazione e utilizzo della piattaforma telematica INPS, strumenti di pagamento elettronico, versamenti con modello F24: le istruzioni operative per datori di lavoro e lavoratori occasionali si completano con il messaggio INPS 3177 del 31 luglio 2017, che chiarisce come si mettono in pratica le nuove norme sul lavoro occasionale. Si tratta dei contratti di prestazione occasionale PrestO e del Libretto famiglia introdotti dall’articolo 54-bis del decreto legge 50/2017, in sostituzione dei precedenti voucer lavoro, su cui è già intervenuta la circolare INPS 107/2017. => Nuovi...

Voucher casi particolari: Agricoltura e PA

Agricoltura Il Dl 50/2017, articolo 54 bis, ha previsto nuove norme per il lavoro occasionale introducendo un libretto famiglia, con voucher da 10 euro all’ora, per le famiglie, e un contratto di prestazione occasionale (PrestO) per le PMI fino a cinque dipendenti, o meglio: non è ammesso il ricorso al contratto di prestazione lavoro occasionale a tutti i datori di lavoro che, nel corso dell’anno civile precedente, hanno occupato mediamente più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato. Per le imprese di maggiori dimensioni vengono aboliti i voucher lavoro. Regole specifiche sono...

Lavoro agricolo occasionale, le nuove regole

Agricoltura Nel settore agricolo le nuove regole sul lavoro occasionale sono diverse rispetto a quello previste negli altri comparti produttivi: ci sono limitazioni all'utilizzo dei contratti PrestO, riservati a particolari tipologie di lavoratori, e cambiano i compensi orari. Il messaggio INPS 2887 fornisce gli ultimi dettagli applicativi relativi ai compensi, dopo quelli già inseriti nella circolare 107/2017. La nuova legge sul lavoro occasionale, lo ricordiamo, è inserita nel Dl 50/2017, articolo 54 bis, e in estrema sintesi prevede un libretto famiglia, con voucher da 10 euro all'ora, per le...

Lavoro occasionale, online i servizi INPS

voucher_lavoro_nuovi Come previsto, da lunedì 10 luglio sono online i servizi INPS per i nuovi voucher lavoro e per i contratti di prestazione occasionale: si tratta, come è noto, dei nuovi strumenti contrattuali per il lavoro accessorio introdotti dal dl 70/2017, che sono diversi per le famiglie e le imprese fino a cinque dipendenti, mentre non possono essere applicati dalle aziende più grosse. Le persone fisiche non nell'esercizio dell'attività di impresa utilizzeranno il Libretto Famiglia (che contiene voucher da 10 euro lordi, 8 netti), mentre per le imprese c'è il contratto PrestO (prestazione...

Nuovi voucher lavoro online dal 10 luglio

Sito INPS Tutto pronto per l'attivazione online dei nuovi Contratti di Prestazione Occasionale (PrestO) ad uso delle imprese fino a cinque dipendenti: dal 10 luglio ci si potrà registrare all'apposito servizio su piattaforma INPS: l'istituto di previdenza ha pubblicato le istruzioni con la circolare 107/2017, che riguardano anche il Libretto Famiglia (i nuovi voucher lavoro utilizzabili solo da datori di lavoro domestico). => Nuovi voucher e lavoro accessorio: le regole Nuovi limiti In entrambi i casi, si retribuisce una prestazione di lavoro occasionale, così come definito dalla nuova...

Lavoro occasionale: i nuovi codici tributo

Pagamenti elettronici Il lavoro occasionale ora si paga con il modello F24, che potrà essere utilizzato per versare i compensi a collaboratori familiari, baby sitter, giardinieri, o dipendenti di piccole aziende, Amministrazioni Pubbliche ed enti no-profit. Con la Risoluzione n. 81/E/2017 l’Agenzia delle Entrate ha istituito, su richiesta dell’INPS, i codici tributo da utilizzare per effettuare i versamenti relativi ai due nuovi strumenti introdotti dalla conversione in legge del Dl 50/2017 (articolo 54-bis della manovra correttiva della Legge di Stabilità 2017), per regolamentare determinate situazioni...

Lavoro a chiamata al posto dei voucher

Lavoro Mentre è in atto la riforma dei voucher lavoro volta ad eliminare gli abusi e i rapporti lavorativi irregolari ISTAT, Ministero del Lavoro, INPS ed INAIL rendono noto, con un comunicato congiunto, l’incremento a due cifre del ricorso al lavoro a chiamata o intermittente (+13,1%) che sta di fatto sostituendo i buoni lavoro. =>Voucher e buoni lavoro: guida alla riforma  Un andamento in controtendeza rispetto al trend degli ultimi quattro anni, quando si era registrato un continuo calo, interrotto solo dal leggero rimbalzo del quarto trimestre 2016 (+2,5%). Stabile invece...

X
Se vuoi aggiornamenti su Buoni lavoro

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy