Tratto dallo speciale:

Microsoft Windows Azure, tutti i prezzi

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Annunciate le tariffe a consumo per la linea di prodotti in ambito Cloud Computing: Windows Azure. Dettagli anche su database e servizi, mentre sono previsti sconti nel caso di canoni semestrali

Tra i numerosi annunci Microsoft che si susseguono a ritmo impressionante, quello su Windows Azure potrebbe avere un rapido impatto sulle imprese, soprattutto in virtù della crescente applicazione del Cloud computing.

Nello specifico, Microsoft entra nel merito di Windows Azure, di SQL Azure database e dei servizi .Net.

Vengono infatti definiti con maggiore dettaglio i prezzi e i tempi di rilascio della innovativa tecnologia, il cui lancio in versione finale è previsto per il prossimo autunno, definendo tariffe a consumo e particolari trattamenti economici per quelle flat a lungo termine.

In realtà Windows Azure, annunciato ufficialmente per la prima volta al Microsoft Professional Developers Conference 2008, verrà lanciato sul palcoscenico internazionale per la prima metà del 2010.

I servizi Microsoft di Cloud computing saranno offerti a consumo a partire da 10 centesimi di dollaro per 10.000 transazioni di storage, passando a 12 centesimi per le funzionalità di calcolo, fino ai 15 centesimi per gigabyte di storage. Analoghe le ripartizioni dei prezzi per la banda di rete che potranno variare da 10 a 15 centesimi per gigabyte.

Nel caso di impegno semestrale, tuttavia, la casa di Redmond è pronta ad effettuare sconti consistenti che oscillano tra il 15 e il 30% rispetto alle tariffe a consumo. Il programma, nominato “development accelerator”, permette di beneficiare dello sconto solo nel periodo di lancio, tornando alle tariffe tradizionali dopo i sei mesi.

Prosegue quindi il percorso di “smaterializzazione” informatica in cui gli utenti utilizzano risorse senza averne possesso fisico. Percorso che prevede anche altri servizi, come SQL Azure database, i cui prezzi sono stati definiti in 9,99 dollari per la versione fino a 1GB di relational database oppure di 99,99 dollari per la versione Business a 10GB.

Infine Microsoft ha reso pubblici anche i riferimenti economici dei servizi .Net, rispettivamente 0,15 dollari per 100.000 operazioni messaggi, con data I/O a 0,10 dollari per gigabyte di dati in entrata e 0,15 in uscita.

I Video di PMI