Da Western Digital hard disk da 1 TB per notebook

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Western Digital presenta Scorpio Blue, il primo hard disk da 1 terabyte destinato ai computer portatili. Si aprono così nuovi orizzonti per chi deve lavorare in mobilità con una gran mole di dati

Western Digital rompe l’attuale barriera dei 500GB per quanto riguarda la capacità di storage degli hard disk destinati ai computer portatili grazie a Scorpio Blue, un disco rigido tradizionale in grado di memorizzare al suo interno ben 1 terabyte di informazioni, pur mantenendo il formato da 2,5 pollici.

La nuova generazione di hard disk prodotta da Western Digital viene offerta in due versioni: la prima, identificata con la sigla “WD10TEVT” offre, come già accennato, una capacità di archiviazione di ben un terabyte mentre la seconda, identificata con la sigla “WD7500KEVT” offre 750GB di spazio per la scrittura dei dati.

Dal punto vista prestazionale, Scorpio Blue frutta un’interfaccia SATA II da 3GB/s, con una rotazione dei piatti di 5.200 giri al minuto, quindi leggermente inferiore ai più tradizionali hard disk da 5.400 rpm, il che potrebbe influire negativamente sulla velocità di trasferimento dei dati.

Inoltre, poiché lo spazio di archiviazione è diviso su tre piattelli da 333GB ciascuno, l’unità risulta più spessa rispetto alla media: 12,5 mm contro i 9,5 mm tipici delle soluzioni slim, fattore in grado di renderne difficoltosa l’installazione all’interno di portatili particolarmente sottili.

Nonostante alcuni piccoli compromessi, Scorpio Blues si presenta come la soluzione ideale per chi lavora in mobilità e necessita di gestire una grossa mole di dati. Il prezzo indicativo per il mercato americano è di 190 dollari per la versione da 750 GB e 250 dollari per il modello da 1 TB.

I Video di PMI