Telefonia mobile: in crescita e business-oriented

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

I dati di vendita diffusi da ABI Research per il primo trimestre 2008 mostrano un mercato della telefonia mobile in buona salute, e sempre più orientato al business

Il mercato della telefonia mobile continua senza sosta a mietere successi, registrando un incremento delle vendite soprattutto nel segmento dei cellulari. È quanto confermano i risultati delle rilevazioni ABI Research sulle distribuzioni del primo trimestre 2008.

Le cifre, focalizzate sui tradizionali cinque leader di settore (Nokia, LG, Samsung, Motorola e Sony Ericsson), lasciano tuttavia intravedere a breve termine una svolta business.

Il mercato, infatti, comincia a orientarsi in direzione di terminali in grado di offrire possibilità di servizio più sofisticati, in un’ottica di utilizzo in ambienti di lavoro. I nuovi protagonisti? RIM, HTC e persino Apple.

Ad oggi però la classifica è guidata dai produttori storici: in testa alla classifica rimane ben consolidata Nokia in leggero rialzo con il 39,9%.

Con lo stessa crescita Samsung e LG che raggiungono rispettivamente le percentuali del 16% e dell’8,4%. In discesa libera Motorola, che precipita al 9,5%, così come Sony Ericsson, che scende al 7,7%.

In generale, l’incremento vendite è stato pari al 13,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con 289 milioni di unità vednute in tutto il mondo.

Il trend è positivo anche in relazione ai molti mercati ormai saturi, compreso quello europeo. Se ci si limita ai soli mercati emergenti – ovvero Asia-Pacifico, Sud America, Medio Oriente e Africa – i tassi di crescita sono chiaramente maggiori e si attestano sul 20%.

I Video di PMI

PMI.it incontra SisalPay