Mail Hosting, un trend in crescita

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

A partire dalle Pmi, la tendenza fra le aziende sarà sempre più di esternalizzare il servizio mail in hosting, a causa dei crescenti costi di adeguamento e gestione dei servizi di comunicazione

Il numero di caselle mail fornite in hosting è in continua crescita, supportato dal consolidamento del cloud computing.

Gli analisti di Gartner prevedono che entro il 2012 i fornitori forniranno in hosting alle aziende nuovi servizi di gestione messaggi che permetteranno di risparmiare anche l’80% rispetto ai costi attuali.

Il mercato sta infatti andando verso una direzione precisa, che in questi anni si sta consolidando. Da una parte ci sono le soluzioni di mail, che sono passate da fornitoridi piccole dimensioni a grandi aziende IT come Google, Microsoft e Yahoo! e che ora offrono il servizio a milioni di utenti. Dall’altra, ci sono le aziende clienti, che mostrano la necessità di acquisire caselle e capacità di memorizzazione sempre maggiori.

Per queste ragioni, appoggiarsi ad una formula di hosting diventa un percorso quasi naturale. La maggior parte delle imprese tenderà a non gestire più con le proprie risorse un servizio di mailing, perchè le necessarie infrastrutture tecniche e organizzative rappresenteranno un costo sempre meno sostenibile.

Anche in virtù del fatto che, per l’incremento delle comunicazioni digitali, ormai una singola casella utente deve attestarsi su una dimensione di almeno 1 Gb.

Le analisi di mercato indicano le Pmi primo mattone per la diffusione ancor più sostenuta dei servizi di hosting mail.

Nel prossimo futuro, si stima che verranno inoltre aggiornati i servizi accessori dei sistemi di mail, come ad esempio la messaggistica istantanea o gli strumenti di collaborazione. Dal punto di vista dei fornitori, quindi, sembra che le aziende abbiano un vantaggio ancora più rilevante, dato dalle maggiori possibilità di investimento e di capacità allo sviluppo di nuove soluzioni.