Decreto vaccini: vademecum online

di Teresa Barone

scritto il

Tutte le novità previste dal decreto legge sulla prevenzione vaccinale pubblicate online dal Ministero della Salute.

Lo scorso 19 maggio il Consiglio dei Ministri ha deliberato a favore del decreto legge che introduce alcune misure specifiche per la prevenzione vaccinale, normativa proposta dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni al fine di garantire la tutela della salute pubblica.

=> Piano nazionale vaccini al via

Sul sito istituzionale del Ministero della Salute è stata pubblicata una nota che riassume quanto deliberato, testo che specifica quali vaccinazioni sono state dichiarate obbligatorie tenendo conto anche del calendario del “Piano nazionale di prevenzione vaccinale” che riguarda i minori fino a 16 anni.

L’elenco delle vaccinazioni obbligatorie comprende: anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilusinfluenzae tipo B, anti-meningococcica B, anti-meningococcica C, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella.

Solo in caso di effettivi pericoli per la salute e a condizioni accertate dal medico è consentito venire meno a questi obblighi. Il decreto stila inoltre una serie di misure precise mirate a favorire il rispetto di quanto previsto, in vigore a partire dal prossimo anno scolastico:

«In caso di violazione dell’obbligo vaccinale ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale e ai tutori è comminata la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500,00 a euro 7.500,00. Le sanzioni vengono irrogate dalle Aziende Sanitarie; il genitore o l’esercente la potestà genitoriale sul minore che violi l’obbligo di vaccinazione è segnalato dalla ASL al Tribunale dei Minorenni per la sospensione della potestà genitoriale.»

Per quanto riguarda l’ingresso nelle strutture scolastiche, la normativa impone al dirigente scolastico di segnalare alla ASL competente la presenza a scuola di minori non vaccinati e, per quanto riguarda la scuola dell’obbligo, i minori non vaccinati a causa di motivi di salute devono di norma essere inseriti in classi dove non sono presenti altri minori non immunizzati.

La normativa vieta l’ingresso negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, pubbliche e private, ai minori che non sono in regola con le vaccinazioni obbligatorie (spetta sempre al dirigente scolastico la segnalazione alla Azienda sanitaria competente, entro 5 giorni).

=> Vaccini gratis nei nuovi Lea

Il 1 giugno 2017 il Ministero della Salute promuoverà una campagna straordinaria di sensibilizzazione sull’importanza delle vaccinazioni, avviando anche iniziative formative per il personale docente ed educativo dall’anno scolastico 2017/2018, coinvolgendo anche le associazioni dei genitori.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI