Fisco: tutte le scadenze del 31 gennaio 2012

di Redazione PMI.it

scritto il

Le scadenze fiscali previste per il 31 gennaio riguardano il versamento del Canone Rai, bollo auto e superbollo, assicurazione INAIL: informazioni e metodo di pagamento.

Il 31 gennaio rappresenta per tutti i contribuenti una data da tenere a mente: sono fissate per tale giorno, infatti, alcune delle scadenze fiscali più importanti, tra le quali Canone Rai e bollo auto. Appuntamenti immancabili per la maggior parte degli italiani, queste tasse seguono una lista di abbastanza polposa di tributi versati nel primo mese del 2012.

Il 2 gennaio, infatti, è stato l?ultimo giorno possibile per pagare la tassa di registrazione dei contratti di locazione, mentre il 10 è scaduto il versamento dei contributi per colf e badanti relativo al quarto trimestre del 2011. Il 16 gennaio ha segnato il termine ultimo per saldare il versamento dell?Ici del 2011, con la possibilità di regolarizzare i pagamenti non ancora saldati alla data del 16 dicembre.

Per il 31 gennaio 2012 è prevista invece la scadenza del Canone Rai e del bollo auto, compreso il superbollo inerente le auto di lusso che arriva in seguito alla manovra finanziaria della scorsa estate e revisionato dall?attuale Governo Monti.

Canone Rai

Il pagamento del canone per il servizio pubblico televisivo scade il 31 gennaio: 112 euro contro i 110 dell?anno precedente pagabili in unica soluzione o in due o tre rate, la prima delle quali deve essere appunto versata entro la fine di gennaio. L?abbonamento Rai può essere pagato presso gli Uffici Postali, le tabaccherie, con carta di credito telefonando al servizio TAXTEL (numero verde 800.191.191), con carta di credito online sul sito pagamenti.equitalianord.it oppure paschiriscossione.it, con bonifico bancario effettuabile anche online con il servizio home banking e presso gli sportelli bancomat.

È anche possibile rinnovare il canone Rai da IPhone, IPad, Smartphone o Tablet (con sistema operativo Android), collegandosi con l’Apple Store o con l’Android Store e scaricando l’App “Canone TV”.

Sono esenti dal versamento del canone i soggetti di età pari o superiore a 75 anni, secondo quanto stabilito dalla legge 24 dicembre 2007, n.248 (Art. 1, comma 132). L?esenzione è valida solo se si possiede un reddito non superiore ai 6.713,98 annui sommando anche quello del coniuge.

Bollo auto e superbollo

Per il 31 gennaio è fissato anche il termine ultimo per pagare sia il bollo auto scaduto a dicembre 2011, sia il superbollo che riguarda soltanto le auto con potenza superiore ai 185 kW (20 euro in più alla tassa tradizionale per ogni kW che oltrepassa questa soglia, fatta eccezione per le riduzioni ed esenzioni previste dalla normativa in base all?età del veicolo).

Il bollo auto può essere versato presso le agenzie di pratiche auto, i tabaccai e gli uffici postali, attraverso servizio di pagamento online offerto dal sito Poste.it (valido sia per i titolati di BancoPosta sia per gli altri utenti), utilizzando il portale online BolloNet messo a disposizione dal sito Web dell?ACI.
Il superbollo, invece, deve essere pagato solo utilizzando il modello F24 (versamenti con elementi identificativi).

Assicurazione INAIL casalinghe

Il 31 gennaio scade anche il versamento dell?assicurazione contro gli infortuni domestici stabilita dall?INAIL e prevista per chiunque, indipendentemente dal sesso e di età compresa tra i 18 e i 65 anni, svolga in via non occasionale e a titolo gratuito attività di lavoro finalizzato alle cure familiari e della casa, purché non sia iscritto alle forme obbligatorie di previdenza sociale. L?importo da versare è pari a 12,91 euro, deducibili ai fini fiscali.

Se si tratta della prima iscrizione è possibile ritirare il bollettino presso gli Uffici Postali, le Sedi INAIL, le Associazioni di categoria (Donne Europee Federcasalinghe, Moica e Scale Ugl). Nel caso di rinnovo, invece, i soggetti interessati hanno ricevuto un avviso dall?INAIL con il bollettino precompilato.

L?assicurazione può essere versata presso gli Uffici Postali e online sul portale inail.it utilizzando carte di credito e carte prepagate, oppure utilizzando il proprio servizio di home banking. Sono esenti dal pagamento i soggetti che non superano i 4.648,11 euro di reddito annuo, oppure i 9.296,22 euro considerando il reddito complessivo del nucleo familiare.