Premiato Pa.is, il progetto di e-democracy di Parma

di Marina Mancini

scritto il

Il progetto Pa.is della Provincia di Parma è stato premiato quale miglior caso di promozione della cittadinanza attiva ed e-democracy

Si chiama Pa.is, Partecipa il Sociale, il progetto realizzato dalla Provincia di Parma che è stato selezionata dalla giuria del premio nazionale "La città dei cittadini", quale migliore buona prassi di promozione della cultura della cittadinanza democratica ideata da una PA.

Pa.is, esempio di democrazia elettronica, utilizza le nuove tecnologie per promuovere processi decisionali aperti e trasparenti, connotando il web secondo una funzione di taglio maggiormente partecipativo e non informativo.

Il progetto parmense ha superato altre 43 iniziative presentate da altrettante amministrazioni. Tra i parametri più considerati: il rapporto tra il contesto e le forze messe in campo, la percentuale di componente tecnologica del progetto, la fascia d’età che il progetto coinvolge, il livello di potenziale efficacia del progetto per la promozione della cultura della cittadinanza democratica.

Cofinanziato dal Ministero per l’innovazione e le tecnologie attraverso il Centro nazionale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA), il progetto ha realizzato un percorso alternativo alla tradizionale gestione
della cosa pubblica, stimolando la curiosità e favorendo la nascita di processi partecipativi nei Comuni del territorio.

Il Premio nazionale “La città dei cittadini”, di cui presidente onorario è Romano Prodi, è ideato dal laboratorio sulla cittadinanza democratica dell’Istituzione “Casalecchio delle culture” e patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia di Bologna, dall’Università di Bologna, dall’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna e dalla Federazione Nazionale Stampa Italiana.

Analizzato da una giuria, composta da docenti universitari di vari atenei
italiani e da professionisti di provata competenza sulla tematica della
cittadinanza, Pa.is riceverà il premio il 7 ottobre a Casalecchio di Reno, in concomitanza con gli Stati generali della
comunicazione pubblica
promossi a Bologna il 6-7-8 ottobre dall’associazione Comunicazione Pubblica, con cui “La città dei cittadini” ha ideato una sezione speciale del premio.