Arezzo: un polo digitale per l’innovazione e la competitività

di Marina Mancini

scritto il

Comune e Camera di Commercio di Arezzo valutano le possibilità per creare un polo del digitale applicato per incentivare le imprese dell'ICT a fare rete

L’assessorato all’Innovazione tecnologica del Comune di Arezzo e la
Camera di Commercio
hanno organizzato, il 30 maggio, una giornata di studi
per valutare la prospettiva per realizzare ad Arezzo un Polo del Digitale Applicato.

“Polo di Arezzo del Digitale Applicato, Innovazione per la competitività delle imprese” è il titolo della giornata di studio che ha voluto scandagliare le possibilità di realizzare un essenziale strumento per aggregare le aziende che si occupano di tecnologie informatiche e di innovazione.

Obiettivi dell’iniziativa: incentivare le aziende del settore a investire sul territorio, fare rete e mettere in rapida circolazione informazioni utili alla crescita e alla competitività dell’economia locale.

Per mettere nero su bianco gli obiettivi è nato anche un sito web:
www.polodigitale.arezzo.it.

Al fine di creare un sistema virtuoso di collaborazione orizzontale e
verticale tra le imprese del tessuto produttivo del territorio Aretino nei
settori ICT, domotica, sicurezza, automazione, elettronica, formazione tecnica, i diversi stakeholder, Comune, Camera di Commercio, Università, Associazioni di categoria e Regione Toscana si sono incontrati per analizzare le ipotesi di riuscita del progetto.

Il target delle aziende che si occupano di ICT è spesso di piccola dimensione ma lanciate sull’innovazione tecnologica, aziende che intendono crescere anche attraverso sinergie con altre identità pubbliche e private, attori istituzionali e associativi che intendo lavorare nel campo delle nuove tecnologie per lo sviluppo del territorio.

Il futuro Polo del digitale è stato definito dai promotori un utile passepartout per il mondo del lavoro a disposizione dei neo-laureati dell’ateneo aretino e per costituire elemento di attrazione per tutto il centro Italia.

Creare legami stabili con il mondo della ricerca, fornire assistenza al
management e marketing, informare sull’accesso al finanziamento per l’innovazione, consulenza e sostegno dovranno essere gli ulteriori compiti del polo.

Inoltre, il polo dovrà essere in grado di fornire servizi avanzati in termini di legami stabili con il mondo della ricerca, assistenza al management e marketing, accesso al finanziamento per l’innovazione, servizi immobiliari, messa in rete, consulenza e sostegno per nuovi imprenditori intenzionati a investire nel settore.