Ripetizioni estive, business esentasse

di Teresa Barone

scritto il

A scuole finite le famiglie di molti studenti devono fare i conti con le costosissime ripetizioni estive.

Per molti studenti e per le loro famiglie è arrivato il momento di pensare alle lezioni private da frequentare durante l’estate, ripetizioni di una o più materie che consentiranno di recuperare quanto non svolto durante l’anno scolastico appena terminato.

=> Concorso docenti: tutte le novità

Un appuntamento noioso per i ragazzi e, allo stesso tempo, uno sforzo economico notevole per i genitori: un’indagine promossa dalla Fondazione “Luigi Einaudi” e un sondaggio di ProntoPro.it

rivelano il “business” delle ripetizioni private in Italia, fenomeno che riguarda soprattutto alcune città delle penisola.

Le tariffe variano a seconda della materia, del grado d’istruzione e come accennato dalla localizzazione geografica. Come sottolinea lo studio della Fondazione Einaudi, inoltre, nel 90% dei casi gli insegnanti che impartiscono lezioni private non pagano le tasse al Fisco, intascandosi somme cospicue soprattutto se i loro allievi provengono dalle scuole superiori (un’ora per circa 27 euro), un po’ meno se si parla di studenti delle scuole medie (15 euro per ciascuna ora di ripetizione).

=> Concorso scuola 2016: calendario definitivo