Web e salute: il medico si cerca online

di Teresa Barone

scritto il

Il medico si cerca in rete: cresce il numero di utenti (soprattutto donne) che si affida al Web per tutelare la salute. I dati dell?indagine Dottori.it.

Web e salute: un binomio ormai indissolubile che nasce dalla crescente tendenza dei cittadini di scandagliare la Rete per informarsi e tutelarsi in tema di malattie e prevenzione, tanto da diventare una preziosa fonte per trovare un medico qualificato nelle vicinanze e prenotare una visita specialistica.

=> Leggi il rapporto sulla sanità digitale del Politecnico di Milano

La recente analisi condotta dal portale Dottori.it mette nero su bianco questa tendenza, rivelando come il 57% degli utenti della Rete che hanno contattato un medico online appartenga al mondo rosa.

La ricerca si è basata sulle richieste di contatto pervenute via Web nel periodo compreso tra gennaio e maggio 2014, ricerche avviate perlopiù da donne interessate a reperire medici specialisti in ginecologia e ostetricia, dermatologia e venereologia e medicina estetica.

Tre settori di interesse ai quali si aggiunge un ulteriore interesse femminile, legato al benessere mentale (psicologi e lo psicoterapeuti figurano tra i primi dieci specialisti cercati in Rete).

Se gli uomini contattano prevalentemente medici esperti in ortopedia e urologia, seguiti dagli specialisti in dermatologia e venereologia, per entrambi i sessi sembra valere un principio di fondo: ci si sente più a proprio agio se il “dottore? è dello stesso sesso del paziente.

=> Scopri le nuove App scaricabili dal sito del Ministero della Salute

Il 79% degli utenti coinvolti nell?indagine, inoltre, ammette di affidarsi alla Rete per cercare un medico dal quale recarsi per la prima volta, mostrando una notevole fiducia nei confronti delle informazioni diffuse online. Una conferma che il mondo virtuale rappresenta «un?opportunità a cui sempre più cittadini ricorrono, perché consapevoli che in molti casi il passaparola, da cui solitamente partiva la scelta del medico, ormai non basta più.» Questo il commento di Vito Ciardo, General Manager di Dottori.it.

I Video di PMI