Regioni, innovazione e digital divide: il rapporto Cisis

di Teresa Barone

scritto il

Digitalizzazione dei servizi, scuola innovativa, open data e firma elettronica: a che punto sono le Regioni italiane? Ecco il secondo rapporto Cisis.

Quali sono i progressi compiuti a livello regionale in materia di innovazione e riduzione del digital divide? Risponde a questi quesiti il secondo “Rapporto sull?innovazione nell?Italia delle Regioni? pubblicato dal Cisis, il Centro interregionale sistemi informativi, statistici e geografici.

=> Leggi il piano del Governo Monti per azzerare il digital divide

Un documento che mostra come le Regioni della penisola stiano compiendo un percorso individuale verso la digitalizzazione dei servizi e l?innovazione, tanto che la situazione è diversa in ciascuna realtà territoriale.

Secondo il rapporto, ad esempio, sebbene il digital divide si sia complessivamente ridotto di oltre quattro punti percentuali in un anno, in alcune Regioni non sono stati ancora adottati programmi specifici che diffondano linee guida in materia di banda larga e ultralarga. La Calabria ha stanziato 101 milioni di euro per l?Internet veloce, mentre la Sicilia investe 112 milioni e il Friuli Venezia Giulia 125 milioni.

=> Scopri cos’è DigItalia

Per quanto concerne le regole di tutela della privacy, solo in 11 Regioni è presente l?unità locale che ha il compito di regolare le normative di sicurezza relative all?adesione al Sistema pubblico di connettività.

Sono 14 le Regioni, invece, che hanno distribuito la carta regionale dei servizi multifunzionale e utilizzata per l?archiviazione dei dati e l?accesso a numerosi servizi, soprattutto di tipo sanitario. La firma elettronica è stata attivata in venti Regioni, utilizzata per effettuare il pagamento online delle prestazioni sanitarie e per ottenere il fascicolo sanitario. In materia di open data, inoltre, sono sette le realtà regionali che hanno una normativa specifica, e in altrettante è in fase di programmazione.

=> Leggi il rapporto del Censis sul digital divide nella scuola

Un nodo cruciale è rappresentato dalla scuola: a livello nazionale sono 53 i progetti mirati a favorire l?informatizzazione di aule e dei laboratori, oltre alla pubblicazione di portali regionali con le informazioni sulle opportunità formative. Sono in nove Regioni, infine, si parla di investimenti mirati a incentivare la formazione dei docenti in campo Ict.