Arredare l’ufficio: colori ed effetti psicologici

di Floriana Giambarresi

scritto il

Nella scelta dell'arredamento per l'ufficio, il dirigente può optare per diversi colori: ognuno di questi ha differenti effetti psicologici.

Uno degli obiettivi del dirigente perfetto è quello di creare uno spazio di lavoro in cui i dipendenti siano felici di arrivare ogni mattina. Gli esperti di psicologia forniscono a tal proposito una serie di consigli sui colori che è possibile utilizzare per le pareti: a quanto pare, ogni diverso colore ha dei differenti effetti psicologici in tutto il team, che vanno dalla calma alla creatività, per finire all’entusiasmo.

=> Scopri tutto sulla vita in ufficio

Vediamo dunque come i colori e le sfumature possono aiutare a trasformare l’ufficio aziendale e a stabilire l’ambiente desiderato. Rosso e arancione in ufficio, anche in piccole quantità, sono in grado di creare un ambiente energico. Vanno usati con parsimonia, altrimenti colori così forti possono evocare aggressività o stress.

Le aziende che utilizzano il giallo e i colori genericamente luminosi desiderano creare un senso di felicità a quei dipendenti inclini a noia o infelicità. Psicologicamente, il colore giallo aumenta l’autostima perché viene spesso associato con l’allegria. Anche in questo caso, va usato con parsimonia, poiché un uso eccessivo può creare invece agitazione.

Blu e verde sono colori comunemente presenti in natura e possono avere un effetto calmante anche in un ufficio. Vanno usati soprattutto per combattere lo stress. Benissimo in tal senso anche le piante.

Se il vostro ufficio ha poche finestre o soffitti bassi, prendete in considerazione i colori pastello per le pareti, come pesca o lilla: illumineranno l’ufficio e possono essere anche questi utili in ambienti di lavoro stressanti che richiedono un’atmosfera rilassante. 

=> Leggi degli uffici open space e stress, i rimedi