Volkswagen annuncia il piano d’investimenti 2011-2015

di Paolo Iasevoli

scritto il

Il gruppo automobilistico tedesco investirà 51.6 miliardi di euro

Negli scorsi mesi, i dirigenti Volkswagen avevano più volte rilasciato dichiarazioni con le quali non nascondevano la forte volontà del gruppo automobilistico tedesco di diventare in pochi anni il primo produttore di auto al mondo in termini di volume, superando l’attuale leader Toyota.

L’azienda tedesca è adesso passata dalle parole ai fatti, presentando il suo piano d’investimenti dal 2011 al 2015, con il quale rende noto che investirà nell’arco temporale compreso nel piano 51.6 miliardi di euro.

L’ambizione alla leadership produttiva di Volkswagen si basa su una previsione di vendita superiore agli 8 milioni di auto nel 2012 e di 10 milioni nel 2015. Nei prossimi cinque anni, dalle fabbriche della Volkswagen usciranno ben 70 nuovi modelli e restyling. La produzione verrà potenziata grazie all’apertura di due nuovi stabilimenti in Cina e verranno rafforzate le partnership con i produttori di auto asiatici già in essere.

Dei 51.6 miliardi di euro compresi nel piano d’investimenti, circa 30 saranno destinati ai nuovi modelli di auto. Nonostante l’azienda tedesca intenda focalizzarsi pesantemente sui mercati asiatici, poiché sono quelli in crescita, almeno 15 miliardi di euro verranno investiti negli stabilimenti tedeschi.

La modernizzazione e l’evoluzione degli impianti è fondamentale, ma lo è altrettanto l’investimento nelle nuove tecnologie come la propulsione elettrica e ibrida, campi in cui proprio Toyota è al vertice. Per questo una parte degli investimenti compresi nel piano della Volkswagen saranno dedicati a questo scopo.

Toyota, intanto, non rimane certo immobile a osservare le mosse dei suoi competitor. Le note problematiche riguardanti dei difetti al pedale dell’acceleratore su differenti modelli delle proprie auto, con il conseguente richiamo in fabbrica degli esemplari difettosi, le hanno a inizio 2010 provocato grossi danni d’immagine, ma il gigante asiatico ha reagito bene e si sta già gettando alle spalle il brutto periodo.

L’azienda giapponese, entro la fine del suo anno fiscale che si concluderà a marzo 2011, ha intenzione di raggiungere un investimento di quasi 13 miliardi di dollari in ricerca, sviluppo e produzione, con una stima di vendita pari a circa 7 milioni di auto.

In termini di vendita, i numeri delle auto acquistate dai clienti di Volkswagen e Toyota nel 2009, sono state di 5.902.583 per l’azienda tedesca e di 6.148.794 per quella giapponese.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari