Google, più potere agli inserzionisti

di Paolo Iasevoli

scritto il

Novità per le imprese che si servono degli strumenti pubblicitari di Google: persto un servizio per controllare nei minimi particolari gli annunci pubblicati e i risultati conseguiti

Non si può proprio dire che Google si adagi sugli allori. Dopo essersi riconfermato dominatore assoluto dell’advertising online e aver acquisito FeedBurner, Big G continua a lavorare per migliorare i suoi strumenti pubblicitari.

La prossima novità in cantiere a Mountain View dovrebbe riguardare Google Ads, il sistema automatico di micro-annunci al quale gli inserzionisti possono iscriversi per diffondere la propria pubblicità sul circuito di siti affiliati, scelti in base al prodotto commercializzato.

Presto gli inserzionisti avranno la possibilità di verificare nel dettaglio il frutto dei propri investimenti. I nuovi servizi consentiranno di vedere esattamente su quali siti saranno pubblicati gli annunci, offrendo così la possibilità di verificarne l’effettiva corrispondenza con il messaggio veicolato.

Inoltre sarà possibile controllare la risposta del pubblico grazie alle statistiche che saranno messe a disposizione per ogni singolo sito su cui appare l’annuncio. In questo modo, assicurano a Google, le imprese potranno migliorare le proprie strategie di marketing, assicurandosi che i messaggi pubblicitari raggiungano il target desiderato.

Sarà facile controllare che, ad esempio «gli annunci appaiano su un sito letto da produttori di strumenti elettronici, potenziali clienti, piuttosto che su un sito che offre appunti per studenti di Elettronica», correggendo così eventuali errori commessi da Google Ads.