Sicurezza edilizia e appalti: protocollo a Roma

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Contrastare il lavoro nero e assicurare la sicurezza edilizia: è l'obiettivo del Protocollo d'Intesa sottoscritto da Prefetto di Roma, Inps, Inail e sindacati.

Firmato protocollo d’intesa per la sicurezza dei lavoratori nei cantieri edili tra Prefetto di Roma, direzione provinciale del lavoro, Inps, Inail e sindacati territoriali focus sulla lotta al lavoro nero.

Per l’impresa appaltatrice vige l’obbligo di comunicare tutti gli aspetti dell’appalto, prima dell’aggiudicazione: dall’incidenza della manodopera (non inferiore agli indici di congruità) al suo importo complessivo.

L’impresa concorrente ha invece il compito di effettuare un sopralluogo preliminare sull’area interessata dai cantieri di lavoro e di mantenere costante la presenza delle figure preposte al controllo e dei responsabili per la sicurezza.

Si tratta di linee guida sugli obblighi per le aziende coinvolte negli appalti di Roma e provincia. Tra i punti fondamentali su cui verte l’intesa:

  • aumento dei controlli su tutti i lavori aggiudicati e ribassati oltre la normale media delle altre offerte presentate;
  • obbligo della tessera di riconoscimento da rilasciare ai lavoratori dei singoli cantieri;
  • pagamento del subappaltatore da parte del committente.


Articoli correlati:

Documenti Correlati

I Video di PMI

Legge di Bilancio: l’iter istituzionale