Materiali edili, etichettatura obbligatoria

di Noemi Ricci

scritto il

Etichettatura obbligatoria per i materiali edili, per individuare la presenza di sostanze nocive: nuove norme Ue interessano le imprese che producono, commercializzano e usano i prodotti.

Edilizia: approvato il provvedimento UE per l’etichettatura obbligatoria dei prodotti di costruzione, al fine di individuare eventuali elementi nocivi e quindi garantire sicurezza dei lavoratori e l salute degli utenti. Le imprese interessate dal regolamento (produzione, commercializzazione e uso), saranno correttamente informate su come adempiere correttamente alla normativa.

Le aziende costruttrici dovranno verificare la corretta segnatura prima di utilizzare i materiali, i produttori dei materiali dovranno marcare ogni prodotto con la “dichiarazione di prestazione“.

Per l’entrata in vigore del nuovo obbligo UE è necessario attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del documento “Construction products: new rules on labelling of hazardous substances – Condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione“, contenuto nei Testi approvati.

La dichiarazione di prestazione dovrà indicare l’eventuale presenza di sostanze nocive e il conseguente tasso di pericolosità per la salute umana, nonché le istruzioni per il riciclaggio e per il corretto utilizzo durante il ciclo di vita del prodotto.

Articoli Correlati

I Video di PMI

Think4south e Sicurezza Lavoro: le start-up sul podio