Tratto dallo speciale:

Testo della Legge di Stabilità 2017, ecco le bozze

di Barbara Weisz

scritto il

Testo finale della Legge di Stabilità 2017 atteso alla Camera: tra le anticipazioni della bozza non ufficiale, la clausola di salvaguardia con aumento IVA nel 2018.

Online le bozze della Legge di Stabilità 2017, ancora non arrivata in Parlamento: il testo del provvedimento – approvato dal Governo il 15 ottobre – è ancora atteso alla Camera e le uniche certezze finora riguardano il Decreto fiscale collegato alla Manovra, operativo dal 24 ottobre, giorno della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il testo della Legge di Bilancio doveva approdare a Montecitorio entro il 20 ottobre, termine poi slittato al 24 e poi ancora al 27 del mese.

=>Leggi o scarica la bozza: Legge di Bilancio 2017

Analizzando le bozze non ufficiali del testo, nella Legge di Stabilità spicca una novità: la  clausola di salvaguardia che evita l’aumento IVA nel 2017 non è stata eliminata come previsto ma ancora una volta soltanto sterilizzata fino al 2018 (IVA dal 10% al 13% e IVA dal 22% al 25%, per poi portarsi al 25,9% nel 2019). Una seconda clausola prevede che, se la voluntary disclosure bis – procedura di emersione volontaria di capitali non dichiarati portati all’estero o detenuti in Italia (anche sotto forma di contanti o valori) – non porterà un gettito di almeno 1,6 miliardi aumenteranno le accise: la differenza sarebbe coperta per il 50% tramite aumento accise e per il restante 50% con risparmi di spesa (spending review).

=> Voluntary disclosure bis al via: modello di adesione

I capitoli fondamentali della manovra sono quelli già annunciati dal Governo il 15 ottobre.

  • Riforma Pensioni con nuove misure per la flessibilità in uscita ed ottava salvaguardia esodati, con una tutela per 27.700 persone.
  • Pacchetto  imprese con maxi-ammortamento al 140% anche nel 2017, iper-ammortamento al 250% per investimenti in digitale, credito d’imposta per ricerca e sviluppo, Sabatini ter per acquisto di macchinari nuovi (novità: finanziamenti agevolati fino al 2018), mutui a tasso zero fino al 2018 imprenditori under 35 e donne, agevolazioni per il ritorno dei cervelli e attirare in Italia nuovi talenti e capitali.
  • Imposte con IRES al 24% (dall’attuale 27,5%), debutto IRI (imposta sul reddito degli imprenditori) anch’essa al 24%.
  • Incentivi lavoro con detassazione produttività
  • Pacchetto famiglia con misure di sostegno alla genitorialità
  • Canone RAI in bolletta a 90 euro.

=> Legge di Stabilità 2017, guida alle misure

Sullo sfondo, la questione del Patto di Stabilità europeo: la commissione UE ha inviato una lettera all’Italia, con rilievi relativi al rapporto deficit/PIL alzato al 2,3% (l’Italia ha usato un extra-deficit dello 0,3% per emergenza terremoto e migranti). Il premier, Matteo Renzi, ha sottolineato al volontà del Governo di non cambiare la manovra, insistendo sulla legittimità della flessibilità sui conti adottata dall’Italia, e ha ventilato la possibilità di non approvare il bilancio comunitario.

=> Legge di Stabilità 2017: i rilievi di Bruxelles