IMU-TASI: stangata per PMI locali

di Teresa Barone

scritto il

IMU-TASI vicine alla scadenza: CNA Liguria calcola l’impennata della tassazione che grava sugli immobili produttivi delle imprese.

L’accoppiata IMU-TASI rappresenterà un vero salasso per le imprese a causa degli aumenti che derivano dei rincari relativi agli immobili strumentali: CNA Liguria lancia l’allarme, sottolineando le gravi conseguenze della nuova tassazione per le aziende locali, chiamate a versare il saldo di entrambe le tasse sugli immobili entro il 16 dicembre 2014.

=> IMU-TASI verso la scadenza del saldo 2014

IMU-TASI in Liguria

Osservando i dati sulla tassazione nelle province liguri diffusi dallo studio CAF/ACLI condotto per il Sole 24 Ore – mettendo a confronto importi 2014 con ICI 2011 – se a GenovaLa Spezia le tasse sui capannoni industriali hanno subito un rincaro del 97%, a Imperia l’incremento è stato del 112% e a Savona del 108%.

Le percentuali salgono ancora prendendo in esame i negozi: Genova + 145%, a La Spezia + 145%, Imperia + 164%, Savona a + 159%.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Liguria

«L’introduzione dell’IMU/TASI e la conseguente impennata della tassazione sugli immobili produttivi delle imprese non solo contribuisce a determinare la maggiore incidenza dei tributi locali sulla pressione fiscale complessiva (nel 2012 la pressione locale segna una variazione del 5,11% contro lo 0,65% dell’erario), ma mette in chiaro le profonde iniquità dell’attuale imposizione basata sul valore degli immobili, che applicano rincari medi superiori al 150%,triplicati rispetto alla tanto odiata ICI del 2011».

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali