Debiti PA: altri 10 mld in titoli di Stato

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Per finanziare il pagamento dei debiti della PA il Tesoro ricorrerà all'emissione aggiuntiva di titoli di Stato, portando il funding a quota 460 miliardi di euro.

Stanziati dall’ultimo Consiglio dei Ministri ulteriori 10 miliardi di euro in titoli Stato con l’obiettivo di riuscire a coprire il pagamento, per l’anno 2013, dei debiti della PA, ovvero quelli che ha contratto nei confronti delle imprese fornitrici di beni e servizi. Si tratta da parte del Tesoro di un’emissione aggiuntiva di titoli di Stato rispetto al funding prefissato che segue l’approvazione del DEF (Documento di Economia e Finanza). Il totale del funding 2013 verrà così portato da 450 a 460 miliardi di euro (vai allo Speciale debiti PA). Gli ulteriori 10 miliardi di euro verranno finanziati con l’emissione di nuovo debito, per una copertura ad oggi di circa il 75% (30 miliardi, risultato dei 10 attuali e dei 20 decisi in primavera) del totale previsto (40 miliardi nel biennio 2013-2014). Si tratta di risorse erogate sotto forma di debiti relativi a spese correnti che quindi dal punto di vista del bilancio dello Stato non influiranno sul rapporto deficit/PIL, che deve necessariamente rimanere al di sotto del tetto del 3%. Questi incideranno invece sul rapporto debito/PIL come i primi 20 miliardi di euro già distribuiti alle Amministrazioni Pubbliche, che quest’anno contribuiscono a portare il rapporto debito/PIL oltre la soglia del 130%. Questi dieci miliardi avranno come conseguenza anche maggiori entrate fiscali di IVA. Più in particolare i nuovi fondi per il saldo dei debiti della PA potrebbero garantire un maggior gettito IVA di quasi 1 miliardo che potrebbe essere utilizzato per evitare l’aumento dell’IVA ad ottobre. Debiti PA => Leggi il calendario dei pagamenti alle imprese

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU