Tratto dallo speciale:

Esodati: Guida alla procedura INPS per la pensione

di Francesca Vinciarelli

scritto il

L'INPS fornisce ai 65mila esodati le istruzioni per verificare se si rientra nella salvaguardia e le modalità di presentazione della domanda: guida alla procedura online per la pensione e per la verifica della propria posizione.

L’INPS comunica le istruzioni per la domanda di pensione riservata ai 65 mila esodati, salvaguardati dalla Riforma Fornero (Legge 214/2011 art. 24 commi 14 e 15) con Decreto Ministeriale (scarica il testo), così come anticipato nelle lettere, ancora in corso di invio.

La comunicazione indica: esito della valutazione ai fini della immissione nella salvaguardia; categoria di appartenenza (nell’ambito delle sette individuate dalla legge); modalità di presentazione dell’istanza.

=> Leggi quali sono le categorie di esodati salvaguardati

Successivamente si indicherà la decorrenza della pensione in salvaguardia.

Per i lavoratori tenuti alla presentazione delle domande alle Direzioni Territoriali del Lavoro, la comunicazione arriverà  “appena completata la lavorazione dei provvedimenti di accoglimento ricevuti dalle competenti Direzioni territoriali del lavoro”, precisa l’INPS. Per i lavoratori iscritti presso la Gestione ex Ipost, ex Inpdai, Fondo Ferrovie dello Stato, e così via, invece “è in corso di rilascio una apposita procedura per la gestione delle relative comunicazioni”.

=> Vai allo Speciale Esodati

Soggetti ammessi o esclusi

L’invio della comunicazione e l’esito delle verifiche verrà memorizzato in FELPE con la dicitura “Soggetto salvaguardato – lettera generica inviata”; dopo l’invio della comunicazione con l’indicazione della decorrenza della pensione, la dicitura sarà sostituita con “ Soggetto salvaguardato – lettera inviata” .

L’INPS comunica poi che “nei prossimi giorni saranno resi disponibili gli aggiornamenti del sistema Unicarpe per la definizione delle verifiche in modalità non automatica”.

Una comunicazione verrà inviata anche a quegli esodati per i quali le verifiche hanno dato esito negativo, nella lettera verranno indicate motivazioni dell’esclusione dal beneficio.

Visualizzazione della salvaguardia

È possibile visualizzare la situazione relativa alla salvaguardia con accedendo al sistema e autenticandosi tramite PIN. Il percorso da seguire è:

  • Per i cittadini Sito istituzionale –> servizi per l’utente Cittadino –>Fascicolo Previdenziale Cittadino –> Domande Presentate –> Salvaguardia;
  • per i Patronati Sito istituzionale –> servizi per i Patronati –> Servizi –>Fascicolo –> Domande Presentate –> Salvaguardia.

Una volta entrati nel sistema se questo indica:

  • Da verificare” significa che la verifica della posizione è ancora in corso;
  • “Requisiti già maturati al 31.12.2011” significa che il lavoratore può  accedere alla pensione indipendentemente dalla salvaguardia;
  • Non destinatario della salvaguardia” significa che il lavoratore non possiede i requisiti per la salvaguardia;
  • Potenziale beneficiario della salvaguardia”  significa che la posizione potrà essere nuovamente esaminata per l’accesso alla salvaguardia.

=> Approfondisci la Riforma delle Pensioni

I primi tre casi non riceveranno ulteriori comunicazioni, essendo terminata la trattazione della relativa posizione.

L’INPS rende noto che i  lavoratori i quali “ritengano di poter fornire nuovi elementi rispetto alla posizione previdenziale già esaminata nella fase “Monitoraggio 65.000” di cui al messaggio n. 013719 del 22/08/2012, potranno  presentare istanza di riesame presso le Sedi  territorialmente competenti”.