Aumento IRAP in Toscana: imprese edili esentate

di Teresa Barone

scritto il

Niente aumento dell’IRAP per le imprese edili toscane: lo annuncia la Giunta regionale, che sigla un’intesa con le banche per lo smobilizzo dei crediti vantati con la PA.

La Giunta della Regione Toscana ha approvato una proposta di bilancio che contiene una normativa a favore delle imprese edili locali: per le PMI del settore è prevista l’esenzione dall’aumento dell’IRAP già deciso dall’amministrazione regionale.

La decisione di esentare le imprese edili dal versamento della maggiorazione che toccherà l’IRAP locale arriva in seguito alla diffusione dei dati relativi all’andamento del settore edile in Toscana. Secondo le stime di Unioncamere e Ance, infatti, solo poche imprese del settore hanno potenziato l’attività nel primo semestre del 2012.

=> Taglio IRAP nella Legge di Stabilità dal 2014

Per la maggioranza delle aziende attive nell’edilizia, invece, la crisi non è affatto superata, come ha sottolineato l’assessore alle attività produttive della Regione Simoncini accennando anche all’intesa siglata tra la Regione e le banche per consentire a alle imprese edili creditrici verso la Pubblica Amministrazione di ottenere un anticipo sul credito a tassi agevolati.

«Nella proposta di bilancio 2013 appena approvata dalla giunta abbiamo voluto esentare anche il settore delle costruzioni dall’aumento previsto dell’IRAP, mentre la nuova legge per la competitività prevede sgravi fiscali per le aziende che assumono lavoratori in mobilità o con certificazione ambientale e sociale. Per le imprese che vantano crediti con le amministrazioni pubbliche, altro punto critico del settore, è stato siglato un protocollo con le banche per consentire a queste imprese di ottenere un anticipo a tassi agevolati in attesa che vengano fatti i pagamenti.»

=> Leggi tutte le news per le PMI della Toscana

 

Aumento Irap in Toscana: imprese edili esentate