Imprese edili toscane: il 60% ha ridotto l’attività

di Teresa Barone

scritto il

Imprese edili toscane sempre più in crisi: uno studio Unioncamere-Ance mette in evidenza il calo dell’attività che ha colpito quasi il 60% delle aziende del settore.

Il 60% delle imprese edili attive in Toscana ha ridotto l’attività nel primo semestre del 2012: a essere colpite dalla crisi sono soprattutto le aziende di piccole dimensioni, nelle quali il calo ha raggiunto anche il 15,2%, mentre per le imprese medio grandi hanno la flessione si è fermata al 12,4%.

Una situazione non certo rosea illustrata da uno studio di Unioncamere e Ance Toscana, che ha mostrato come solo il 7,6% delle imprese edili prese in esame abbia registrato un aumento dell’attività nei primi sei mesi dell’anno in corso.

=> Ddl Semplificazioni bis: le nuove norme in Edilizia

A risentire meno della crisi sono le imprese che eseguono lavori per il settore privato, mentre per le aziende edili fornitrici della PA sussistono problemi di liquidità causati da ritardi nei pagamenti che a lungo andare compromettono la produttività.

Per quanto riguarda il fatturato, nel primo semestre 2012 è risultato in calo rispetto al primo semestre del 2011, mentre dal punto di vista occupazionale l’andamento decrescente ha portato a una riduzione del 2,1% del numero di addetti.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Toscana