Sisma: guida sospensioni INPS e INAIL

di Noemi Ricci

scritto il

Precisazioni INPS in tema di sospensione versamenti INPS e INAIL nei territori colpiti dal sisma in Centro Italia.

Con il Messaggio n. 5162/2016 l’INPS fornisce nuove precisazioni, rispetto a quanto indicato nella la circolare n. 204/2016, in merito alla sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali (INPS) e dei premi per l’assicurazione obbligatoria (INAIL) disposta dall’art. 48 del decreto n. 189/2016 per i territori dei Comuni colpiti dagli eventi sismici della scorsa estate nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

=> Sisma bonus, gli incentivi in edilizia

L’obiettivo è di garantire l’uniforme applicazione della sospensione dei versamenti INPS ed INAIL, che lo ricordiamo, riguarda i contributi in scadenza nel periodo che va dal 24 agosto 2016 al 30 settembre 2017.

In particolare viene precisato che per “piani di rientro” vanno intese le rateazioni dei debiti contributivi in fase amministrativa ordinariamente concesse dall’Istituto, che comportano una diversa modulazione dei termini di versamento – notificati con il piano di ammortamento – rispetto a quelli originariamente previsti e che resteranno sospesi, se la scadenza indicata ricade nel periodo compreso tra il 24 agosto 2016 ed il 30 settembre 2017.

=> Sisma, bonus ristrutturazioni fino al 2021

In presenza di richiesta di verifica della regolarità contributiva le esposizioni debitorie relative a periodi antecedenti alla data di sospensione del 24 agosto 2016, data dalla quale entra in vigore la sospensione, devono essere regolarmente inserite nell’invito a regolarizzare di cui all’art. 4 del decreto ministeriale 30 gennaio 2015.

.

I Video di PMI

Calcolo ISEE: simulatore INPS online