Tratto dallo speciale:

PIN INPS, i nuovi moduli di domanda

di Barbara Weisz

scritto il

Aggiornati i moduli che il contribuente utilizza per richiedere il PIN INPS, dopo le novità procedurali del CAD che escludono la possibilità di delega.

Dopo aver modificato la procedura di richiesta del PIN INPS, l’istituto di previdenza mette a disposizione degli utenti  i nuovi moduli, aggiornati con le novità: in pratica, è stata inserita la precisazione che non è possibile effettuare la domanda di rilascio tramite un delegato. Si tratta dell’adeguamento al CAD, il Codice dell’Amministrazione Digitale, in base al quale l’INPS ha stabilito le nuove regole per richiedere il PIN dispositivo, che consente cioè l’accesso a tutti i servizi online.

=> PIN INPS, le nuove modalità di richiesta

Tranne che in alcuni casi specifici (classico esempio, i minori), non è più possibile delegare qualcuno a recarsi presso gli sportelli INPS per ottenere il PIN. Come specifica il messaggio del  16 novembre, i contribuenti che non possono recarsi nelle sedi territoriali devono utilizzare le altre modalità disponibili (richiesta online, contact center), o utilizzare le credenziali SPID nel caso in cui ne fossero in possesso.

Il modulo MV35, aggiornato, prevede l’indicazione delle generalità, il numero del documento di riconoscimento, almeno due fra i seguenti dati: cellulare, email, PEC, posta elettronica certificata. Bisogna quindi barrare la casella relativa al PIN richiesto (dispositivo, conversione del pin ordinario o di un altro codice precedentemente assegnato in PIN dispositivo) e allegare un documento di identità. 

Scarica la nuova modulistica