Figli con reddito esente IRPEF: si considerano a carico?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Giuseppe chiede:

Mia figlia é al terzo anno di specializzazione in cardiochirurgia. Il suo reddito é esente IRPEF, quindi mi é stato detto che posso considerarla a mio carico. Gradirei conferma.

Le borse di studio e gli assegni che vengono percepiti dagli specializzandi in medicina sono esplicitamente esclusi dai redditi che concorrono a formare il tetto sotto il quale i figli maggiorenni e con più di 24 anni possono essere considerati a carico.

Mi spiego meglio: la regola sui familiari a carico è contenuta nell’articolo 12 del TUIR (Testo unico imposte sui redditi, ossia la legge 917/1986), secondo cui i figli con più di 24 anni possano essere considerati a carico in presenza di un reddito non superiore a 2.40,51 euro. Questa cifra, sale eventualmente a 4mila euro se il figlio è maggiorenne ma non ha ancora compiuto i 24 anni.

Ci sono tipologie di entrate che rilevano ai fini del superamento di questo tetto e altre che invece non rilevano. L’assegno degli specializzandi in medicina non concorre alla somma. Quindi se (come mi pare di capire) sua figlia non ha altri redditi, può essere considerata a vostro carico a fini fiscali, con il diritto alla relativa detrazione.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz