Autoliquidazione INAIL 2014: Guida e Servizi online

di Barbara Weisz

scritto il

Autoliquidazioni INAIL 2014, adempimenti per i datori di lavoro in vista della scadenza posticipata: moduli, normative, servizi online INAIL.

Si avvicina il 16 maggio, giorno a cui per questo 2014 è stato posticipata la scadenza per il pagamento dellautoliquidazione INAIL dovuta dai datori di lavoro: i servizi online disponibili e i coefficienti per il pagamento rateale sono stati comunicati dall’Istituto per l’assicurazione sul lavoro con due diversi comunicati contenenti le istruzioni operative ed è stata anche pubblicata la Guida all’autoliquidazione.

=> Vai alle FAQ sul rinvio dell’autoliquidazione INAIL

Autoliquidazione INAIL

Il premio assicurativo INAIL attraverso l’autoliquidazione va pagato da tutti i datori di lavoro soggetti all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, anche gli artigiani che non hanno dipendenti. Il differimento dei termini per il 2014 è stabilito dall’articolo 1, comma 128, della legge 147/2013, che con effetto dallo scorso primo gennaio 2014, tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, stabilisce la riduzione percentuale dell’importo dei premi, per un importo complessivo di 1 miliardo per il 2014, 1,1 miliardi nel 2015, 1,2 miliardi dal 2016.

Scadenze

Il termine del 16 maggio sostituisce:

  • la precedente scadenza del 17 febbraio 2014 per il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani di autoliquidazione 902014, sia per il pagamento in unica soluzione che per il pagamento della prima rata ai sensi delle leggi 449/1997 e 144/1999;
  • i termini per il pagamento dei premi speciali anticipati per il 2014, inclusi quelli in rate mensili e trimestrali, relativi alle polizze scuole, apparecchi RX, sostanze radioattive, pescatori, facchini nonché barrocciai/vetturini/ippotrasportatori con scadenza compresa tra il 16 febbraio e il 16 aprile 2014;
  • il termine del 30 aprile 2014 per l’invio telematico degli elenchi relativi alla regolazione del primo trimestre 2014 delle polizze speciali facchini e delle polizze speciali barrocciai/vetturini/ippotrasportatori;
  • il termine del 17 marzo 2014 per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni 2013 tramite i servizi “Alpi online” e “Invio dichiarazione salari”, per comunicare la volontà di avvalersi del pagamento rateale dei premi ai sensi delle leggi 449/1997 e 144/1999 e per chiedere la riduzione prevista dall’art. 1, commi 780 e 781, della legge n. 296/2006 a favore delle imprese artigiane: per chi sceglie il pagamento rateale, il 16 maggio diventa la scadenza della prima rata, pari al 50% del premio, senza maggiorazione di interessi. La seconda rata va versata entro il 16 agosto 2014, pari al 25% del premio, differita di diritto al 20 agosto 2014 con maggiorazione degli interessi, mentre la scadenza per la terza rata è il 16 novembre 2014, l’importo è il 25% del premio, con maggiorazione degli interessi. Gli interessi 2014: per la seconda rata il coefficiente è 0,00524274, per la terza è 0,01048548. I coefficienti sono determinati in base al tasso medio degli interessi dei titoli di stato 2014, pari al 2,08%.

Il rinvio dell’autoliquidazione comporta anche il differimento del termine di pagamento dei contributi associativi riscossi dall’INAIL per conto delle associazioni di categoria convenzionate ai sensi della legge 311/1973: di conseguenza, il pagamento del primo acconto 2014 sarà effettuato nel mese di luglio 2014, anziché entro il mese di maggio.

=> Calcolare il premio INAIL per tirocini in azienda

Adempimenti per il datore di lavoro

Entro il 16 maggio i datori di lavoro devono:

  • calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata) e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione);
  • conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione;
  • pagare il premio di autoliquidazione utilizzando il “Modello di pagamento unificato – F24” o il “Modello di pagamento F24 Enti Pubblici“;
  • presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento a rate, e della domanda di riduzione del premio artigiani (ai sensi della legge n. 296/2006) in presenza dei requisiti previsti, utilizzando i servizi telematici “Invio dichiarazione salari” o “AL.P.I. online”.

Sarà l’INAIL a inviare:

  • la comunicazione del tasso di premio che verrà applicato per l’anno successivo su ogni posizione assicurativa territoriale e i criteri applicati per determinarlo (Modello 20SM “Classificazione e tassazione rischio assicurato”);
  • la documentazione relativa alla dichiarazione delle retribuzioni (Modello 1031 “Modulo per la dichiarazione delle retribuzioni” e relative informazioni);
  • le basi di calcolo con i dati per il conteggio dei premi e degli eventuali contributi associativi per la regolazione del premio e per la rata anticipata (Modulo per la comunicazione delle Basi di calcolo premi e dei contributi associativi).

Sanzioni

Si ricorda che la violazione dell’obbligo di comunicare all’INAIL le retribuzioni effettivamente corrisposte nei termini previsti, è punita con la sanzione amministrativa di 770 euro (misura ridotta 250 euro, misura minima 125 euro): questo, se la mancata o tardata comunicazione non determina una liquidazione del premio inferiore al dovuto.

Servizi online e moduli

L’INAIL mette a disposizione di aziende e intermediari il servizio Alpi online, che permette di

  • presentare le dichiarazioni delle retribuzioni;
  • comunicare la volontà di pagare o meno il premio a rate e presentare la domanda di riduzione dei premi artigiani (legge 296/2006) per un determinato codice ditta: il servizio in base al codice ditta calcola il premio, diviso a rate nel caso in cui sia stata scelta questa opzione.

Visto il differimento al 16 maggio 2014, Alpi online calcolerà direttamente tre rate, invece della quattro standard, unificando le prime due. L’utente riceve per posta elettronica la ricevuta con la riproduzione delle dichiarazioni trasmesse. Gli altri servizi online:

  • invio telematico dichiarazioni salari, permette di presentare le dichiarazioni delle retribuzioni e comunicare la volontà di pagare a rate tramite i tracciati record predeterminati dall’INAIL per più codici ditta. L’utente riceve per posta elettronica la ricevuta per tutti i codici ditta indicati nei tracciati;
  • riduzione presunto, per inviare la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte per uno specifico codice ditta, indicando per ogni singola voce di rischio le minori retribuzioni su cui devono essere calcolati i premi anticipati dovuti per l’anno in corso (rata);
  • visualizza basi di calcolo, per visualizzare le basi di calcolo per un determinato codice ditta;
  • richiesta basi di calcolo, per chiedere le basi di calcolo del premio in formato elettronico. L’utente riceve un file in formato compresso zipArchive (.zip);
  • Contact Center multicanale: numero verde gratuito 803.164 da rete fissa, mentre per le chiamate da cellulare il numero (a pagamento in base al piano tariffario dell’utente) è 06-164.164. Possono utilizzarlo gli artigiani senza dipendenti per avvalersi del pagamentor rateale e chiadere la riduzione del premio.

Sul sito dell’INAIL sono disponibili tutti i moduli: modello di pagamento unificato F24; modello F24 enti pubblici; Modulo 20 SM (tassazione rischio assicurato); il modulo 1031 per la dichiarazione delle retribuzioni. Ci sono anche tutte le relative istruzioni per la compilazione, e la Guida all’auotiliquidazione 2014, che contiene tutti i riferimenti normativi, le regole per gli adempimenti, le istruzioni dettagliate per la compilazione di tutti i moduli, esempi di calcolo. (Fonte: INAIL, istruzioni operative per i servizi telematici e per la rateazione).

I Video di PMI