Tratto dallo speciale:

IRAP 2012: online modello definitivo e istruzioni

di Francesca Vinciarelli

scritto il

IRAP 2012, l'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile online la versione definitiva del modello e le istruzioni per la compilazione della dichiarazione relativa all'anno d'imposta 2011. Tra le principali novità: dichiarazione integrativa; tabella delle aliquote; e l'ipotesi di variazione per soggetti IAS/IFRS.

IRAP 2012: online la versione definitiva del modello e le istruzioni per la compilazione

IRAP 2012, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito la versione definitiva del modello per le dichiarazioni della tassa regionale sulle attività produttive relativa all’anno d’imposta 2011, insieme alle istruzioni per la sua compilazione.

Tra le novità più rilevanti nel modello IRAP 2012 c’è la possibilità di presentare una dichiarazione integrativa barrando la casella studiata appositamente per tale scopo e presente nel frontespizio, le aliquote aggiornate riportate nella tabella ad hoc e l’ipotesi di variazione in aumento e in diminuzione per i soggetti che adottano i principi IAS/IFRS.

Novità già presentate con la bozza del modello IRAP di quest’anno e confermate dalla versione definitiva, approvata con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 31 gennaio e ora disponibile online.

Dichiarazione integrativa

La nuova casella presente nel frontespizio e denominata “Dichiarazione integrativa” (art. 2, comma 8-ter, Dpr 322/98) va barrata dai contribuenti che intendono integrare la dichiarazione per trasformare la richiesta di rimborso del credito da utilizzare in compensazione. Opzione che può essere esercitata fino a 120 giorni dalla scadenza del termine a patto che il rimborso non sia stato già erogato, anche solo in parte.

Quadro IR  e tabella aliquote

Arricchita poi la tabella delle aliquote applicabili per il 2011 che espone un elenco completo, suddiviso per regione, comprensivo del codice che va riportato nel quadro IR per la ripartizione regionale della base imponibile e dell’imposta.

Proprio nel quadro IR è contenuta una delle novità del modello IRAP 2012: la colonna “deduzioni regionali” che deve essere utilizzata dai contribuenti delle regioni Piemonte e Umbria per usufruire della deduzione prevista in caso di incremento del numero dei lavoratori assunti a tempo indeterminato (ex L. Reg. Piemonte n. 19/2010 e ex L. Reg. Umbria n. 4/2011).

Quadro IS

Nel quadro IS dedicato all’affrancamento dei maggiori valori delle partecipazioni trova spazio l’altra novità:  è stata inserita la nuova sezione X per specificare gli importi assoggettati a imposta sostitutiva rispetto ai valori delle voci avviamento, marchi d’impresa e altre attività immateriali suscettibili di affrancamento.

Quadri IP e IC – principi contabili internazionali IAS/IFRS

Infine l’altra novità è contenuta nei quadri IP e IC, due nuovi righi consentono di riportare le variazioni in aumento e in diminuzione per i soggetti che applicano i principi contabili internazionali IAS/IFRS.

Modalità di presentazione

Ricordiamo in ultimo che le aziende interessate dall’adempimento devono inviare modello IRAP 2012 all’Amministrazione finanziaria esclusivamente per via telematica, eventualmente avvalendosi di intermediari abilitati o recandosi presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate presenti sul territorio.

Scadenze fiscali

Il termine per la presentazione della dichiarazione IRAP è fissato al 30 settembre dell’anno successivo a quello del periodo di imposta di riferimento per le perone fisiche, le società semplici, le società in nome collettivo e in accomandita semplice e le società e le associazioni a esse equiparate (articolo 5 del Tuir).

Per i soggetti all’imposta sul reddito delle società (articolo 73 comma 1 del Tuir) e le amministrazioni pubbliche la scadenza fiscale è l’ultimo giorno del nono mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.

Fonte: Agenzia delle Entrate – Modello IRAP 2012

I Video di PMI