Tratto dallo speciale:

Errori nel 730 precompilato: il Fisco spiega come rettificarli

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il Fisco spiega come correggere il modello 730 precompilato già inviato con un provvedimento delle Entrate.

Il modello 730 precompilato ha debuttato quest’anno e non tra pochi dubbi. Nel caso in cui il contribuente abbia già inviato la propria dichiarazione dei redditi, accorgendosi poi di aver commesso un errore, è ancora possibile apportare correzioni. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate che, in un provvedimento, spiega come fare.

=> 730 precompilati: una soluzione agli errori

Dichiarazione sostitutiva

In sostanza nel caso in cui sia necessario rettificare gli errori commessi nel modello 730 inviato via web al Fisco basterà effettuare un nuovo invio che annulla e sostituisce il precedente. In sostanza si tratta di una dichiarazione sostitutiva di una dichiarazione dei redditi inviata tramite le apposite funzionalità disponibili nell’area autenticata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Si tratta di una possibilità concessa dall’Amministrazione Finanziaria con lo scopo di agevolare i contribuenti in questo primo anno di entrata in vigore della dichiarazione dei redditi precompilata, tenuto conto del carattere sperimentale della procedura. Da sottolineare che la correzione del modello precompilato già inviato e l’invio del 730 integrativo può essere effettuata direttamente dal contribuente abilitato ai servizi online del Fisco, senza la necessità di rivolgersi ad un CAF o ad un professionista abilitato. L’alternativa è di presentare un modello UNICO correttivo o integrativo.

=> 730 precompilato: modello, istruzioni e novità 2015

 Modifiche

Le modifiche possono riguardare l’aggiunta di oneri precedentemente dimenticati, rettifiche della Certificazione Unica comunicate dal sostituto d’imposta dopo il primo invio del 730 precompilato, o l’inserimento di detrazioni non considerate precedentemente.

 Procedura

Per effettuare il nuovo invio è sufficiente accedere con le proprie credenziali all’area del sito internet dell’Agenzia delle Entrate dedicata al 730 precompilato, riaprire la dichiarazione già trasmessa, apportare le modifiche necessarie e quindi procedere all’invio della dichiarazione sostitutiva. Attenzione però, è possibile sostituire e quindi rettificare la dichiarazione dei redditi già inviata una sola volta.

=> 730 precompilato: errori detrazioni lavoro dipendente

Scadenze

La nuova dichiarazione, che annulla e sostituisce integralmente il 730 già trasmesso, può essere inviata a partire dal 10 giugno:

  • fino al 29 giugno, in generale;
  • entro il 21 giugno nel caso di contribuenti che hanno presentato il 730 in assenza del sostituto d’imposta che effettua i conguagli utilizzando la procedura web resa disponibile dall’Agenzia e che abbiano trasmesso, entro il 16 giugno 2015, il modello F24 per il pagamento delle somme dovute.

 Fonte: Provvedimento – Agenzia delle Entrate.

 

I Video di PMI