Tratto dallo speciale:

Esenzione Canone RAI, il modello internazionale

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Esenzione canone RAI in bolletta: il modello per la dispensa internazionale, chi deve presentarlo e le scadenze previste.

Sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate sul sito della RAI è stato pubblicato il modello per la dispensa “internazionale” dal canone RAI, approvato con il Provvedimento del 4 maggio 2016 volto a fornire la definizione delle modalità e dei termini di presentazione della dichiarazione sostitutiva di sussistenza dei requisiti di esenzione dal pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato per effetto di convenzioni internazionali, nonché il relativo modello.

=> Fisco in tour su Canone RAI e Precompilata 2016

Tale modello deve essere trasmesso in caso di esenzione dal canone RAI per effetto di convenzioni internazionali. È il caso di:

  • agenti diplomatici esenti ai sensi dell’articolo 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961;
  • funzionari o impiegati consolari esenti ai sensi dell’articolo 49 Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963;
  • funzionari di organizzazioni internazionali esenti in base allo specifico accordo di sede applicabile;
  • militari di cittadinanza non italiana e personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO di stanza in Italia, esenti ai sensi dell’articolo 10 della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951.

Il modello per la dispensa “internazionale” deve essere inviato anche per comunicare il venir meno della condizione di esenzione legata all’incarico ricoperto. Con lo stesso Provvedimento sono state infatti approvate:

  • a) una dichiarazione sostitutiva con la quale comunica l’esistenza di una delle condizioni di esenzione dal pagamento del canone per effetto di specifiche convenzioni internazionali;
  • b) una dichiarazione sostitutiva con la quale comunica il venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva di cui alla lettera a) precedentemente resa.

=> Esenzione Canone RAI, come inviare il modello

Tale dichiarazione sostitutiva può essere presentata in qualsiasi giorno dell’anno, producendo tuttavia effetti differenti a secondo della data di decorrenza della condizione di esenzione e fino alla data di scadenza della stessa. Se presentata entro il 23 maggio avrà un effetto immediato così da evitare l’addebito del canone sulle fatture emesse da parte delle imprese elettriche a partire dal mese di luglio 2016. Il modello va presentato a mezzo plico raccomandato senza busta, da recapitare all’indirizzo: Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

.

I Video di PMI

Canone RAI, guida al rimborso