Tratto dallo speciale:

Legge di Bilancio 2021, proroga di tutti i bonus edilizia

di Barbara Weisz

scritto il

Bonus ristrutturazioni e riqualificazione energetica al 50 e 65%, Mobili, Facciate e Giardini, oltre ad Eco e Sisma Bonus: la proroga in Legge di Bilancio.

In attesa che la Manovra arrivi alla Camera per l’avvio della discussione del testo, tra le certezze c’è la proroga di tutte le agevolazioni IRPEF per i lavori in edilizia nella Legge di Bilancio 2021: ristrutturazioni, riqualificazione energetica, bonus mobili, bonus facciate e bonus giardini. L’indicazione è contenuta nel DpB, il Documento programmatico di Bilancio, con le stime sui conti e la presentazione delle misure economiche adottate nel corso del 2020 e di quelle previste nella prossima Manovra. E resta ovviamente anche l’Ecobonus 110%, già previsto dall’attuale legislazione  almeno fino alla fine del 2021.

=> Legge di Bilancio approvata: proroga aiuti e sospensioni

Tutte le proroghe previste sono al 31 dicembre del prossimo anno. Ecco nel dettaglio le detrazioni confermate.

  • Bonus ristrutturazioni: detrazione al 50% per i lavori di ristrutturazione edilizia fino un tetto di spesa di 96mila euro. Molto in sintesi, il beneficio si applica a lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia. Nel caso di lavori sull’intero edificio residenziale, sono agevolati anche i lavori di manutenzione ordinaria.
  • Riqualificazione energetica: anche qui, proroga al 31 dicembre 2021 della detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, l‘Ecobonus, con le stesse aliquote previste per il 2020 (50% per infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le rimanenti tipologie). I tetti di spesa variano a seconda degli interventi.
  • Bonus mobili: detrazione al 50% fino a un tetto di spesa di 10mila euro per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A destinati a immobili oggetto di ristrutturazione agevolata.
  • Bonus facciate: è la detrazione al 90%, senza limiti di spesa, introdotta dalla manovra dello scorso anno per gli interventi di risistemazione delle facciate degli edifici.
  • Bonus verde: agevolazione IRPEF al 36%, per un spesa massima di 5mila euro per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili.

Tutte le istruzioni complete per utilizzare queste agevolazioni si possono consultare sul portale dell’Agenzia delle Entrate, che pubblica anche specifiche guide.

Come detto, resta anche l’Ecobonus 110% introdotto dal decreto Rilancio, che si può applicare a specifiche opere di riqualificazione energetica dallo scorso primo luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021. Ricordiamo infine che, sempre in base al decreto Rilancio (articolo 121 dl 34/2020), tutti gli interventi sopra elencati (con l’eccezione del bonus giardini) si possono applicare lo sconto in fattura o la cessione del credito.

I Video di PMI