Agricoltura: aliquote contributive 2018

di Noemi Ricci

scritto il

Le aliquote INPS che le aziende agricole devono versare per gli operai a tempo determinato e indeterminato nel 2018.

Con la circolare n. 44/2018, l’INPS ha comunicato le aliquote contributive applicate alle aziende agricole per gli operai a tempo determinato e a tempo indeterminato per l’anno 2018.

In particolare, per l’anno in corso  l’aliquota contributiva nel settore agricolo è fissata nella misura complessiva del 28,90%, di cui 8,84% a carico del lavoratore.

FPLD

Non varia l’aliquota contributiva dovuta al FPLD dalle aziende singole o associate di trasformazione o manipolazione di prodotti agricoli zootecnici e di lavorazione di prodotti alimentari con processi produttivi di tipo industriale, di cui alla legge n. 335/1995.

Resta fissata nella misura del 32,30%, di cui 8,84% a carico del lavoratore, pari alla quota raggiunta nel 2011 per effetto dell’aumento di 0,30 punti percentuali previsto dall’articolo 1, comma 769, della legge n. 296/2006.

INAIL

I contributi INAIL dal 1° gennaio 2018 per gli operai agricoli dipendenti rimangono invariati. Le aliquote INAIL sono invariate:

Contribuzione Misura
Assistenza
Infortuni sul Lavoro
10,1250
Addizionale
Infortuni sul Lavoro
 3,1185

Agevolazioni

Anche le agevolazioni per zone tariffarie nel settore agricolo di cui all’articolo 1, comma 45, della legge di stabilità 2011 non hanno subito variazioni:

Territori Agevolazione
Dovuto
Non svantaggiati
(ex fiscalizzato Nord)
100%
Montani 75%  25%
Svantaggiati 68%  32%

Va tuttavia precisato che tale agevolazione non trova applicazione rispetto al contributo previsto dall’articolo 25, comma 4, della legge 21 dicembre 1978, n 845.