Regioni e CNR per la ricerca e l’innovazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Accordo quadro quinquennale tra Regione Lazio e CNR per avviare progetti di ricerca e sviluppo favorendo l’innovazione delle imprese.

La Regione Lazio e il Consiglio Nazionale delle Ricerche hanno siglato un accordo per realizzare programmi di ricerca, sviluppo e innovazione promuovendo il trasferimento tecnologico verso le imprese del territorio: un’intesa che durerà cinque anni e che ha come obiettivo anche il potenziamento della competitività delle realtà imprenditoriali laziali.

=> EXPO 2015: Call 4 Innovators in Lazio

Obiettivi

L’accordo quadro stipulato con il CNR si propone di:

  • promuovere la cultura d’impresa secondo i principi di concorrenza e trasparenza;
  • favorire gli scambi di esperienze tra imprenditori;
  • risolvere le criticità dell’industria regionale attraverso la ricerca e lo sviluppo;
  • favorire la creazione di nuove imprese innovative;
  • diffondere l’utilizzo da parte delle imprese delle innovazioni tecnologiche;
  • incentivar la cooperazione internazionale in materia di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico.

=> Lazio: in arrivo Fondo per PMI e Partite IVA

Progetti

L’intesa si basa anche sul coinvolgimento Università e Camere di Commercio per attivare progetti di ricerca e sviluppo, anche grazie al sostegno di Reti innovative (Cluster).

«Questo è un accordo importantissimo che mancava nel Lazio – ha detto Guido Fabiani, assessore sviluppo economico e attività produttive – , ed è solo l’inizio: dobbiamo fare insieme un lungo percorso perché il nostro sistema produttivo, il nostro sistema sociale, la nostra regio ne hanno bisogno, come il pane, di innovazione e di porsi alla frontiera della tecnologia. Il Cnr è una leva fondamentale per fare questo.»

=> Leggi tutte le news per le PMI del Lazio