Importo IMU 2012: la mappa dei Comuni

di Barbara Weisz

scritto il

Importo IMU 2012 da versare Comune per Comune: ecco le simulazioni in tutta Italia e i costi a confronto, anche nella stessa città: Torino e Roma le più care.

Torino e Roma sono le due città italiane in cui l’IMU è più cara,  per prima casa e altre abitazioni, mentre in fondo alla classifica che misura la tassa sugli immobili nei capoluoghi di provincia ci sono Crotone e Messina.

=> Consulta la mappa delle aliquote IMU nei Comuni

IMU prima casa

La città più cara d’Italia per un casa in zona semicentrale è Torino, dove l’IMU su un appartamento di 100 mq è mediamente pari a 1.252 euro. Se la casa è in centro o periferia, la città più cara diventa Roma, (1.843 euro e 373 euro). A Milano, una casa in periferia paga 185 euro contro gli oltre 1.591 di un’abitazione in centro.

Fra una città e l’altra ci sono differenze notevoli: per 100 mq in semiperfieria la differenza fra la prima, Torino, e l’ultima in classifica, Crotone, è di 1.248 euro. Ci sono anche differenze all’interno della stessa città: a Brescia non si paga nulla per un appartamento in periferia mentre un’analoga dotazione di metri quadri in centro costa oltre 600 euro di IMU.

ZONA SEMICENTRALE (100 mq di categoria A2)

Top Ten: Torino (1252 euro), Roma (1154), Napoli (828 euro), Genova (802), Bologna (758), Siena (688), Pavia (646), Livorno (645), Milano (633), Monza e Verona (entrambe a 560 euro).

Sopra i 500 euro anche Pisa, Agrigento, Venezia e Modena, fra i 400 e i 500 euro Lecco, Firenze, Forlì, Benevento, Ancona, Aosta, Padova, Rimini, Trieste, Varese.

ZONA CENTRALE (100 mq di categoria A2)

Top Ten: Roma (184 euro), Milano (1591 euro), Torino (1416), Siena (1046), Napoli (1023), Rimini (1003), Salerno (999 euro), Bologna (945), Verona (893), Messina (862).

Sopra gli 800 euro anche Genova, Firenze, Catania, Bari, Caserta. Fra i 700 e gli 800 euro Pavia, Livorno, Pisa, Venezia, Parma, Foggia, fra i 600 e i 700 euro Monza, Agrigento, Modena, Lecco, Forlì, Ancona, Padova, Cagliari, Ravenna, Bergamo, Brescia, Palermo, Campobasso, Pescara, Perugia.

PERIFERIA (100 mq di categoria A3)

Top Ten: Roma (373 euro), Siena (344 euro), Bologna (331), Salerno  e Reggio Emilia (entrambe a 302 euro), Grosseto (247), Ferrara (227), Benevento e Ravenna, (entrambe a 216), Verbania (215 euro).

Ci sono poi una trentina di città dove una prima casa in zona perfierica costa di IMU fra i 100 e i 200 euro, fra cui Torino, Napoli, Milano, Genova, mentre tutte le altre (una settantina) sono sotto i 100 euro.

IMU prima casa meno cara

ZONA SEMICENTRALE: Crotone (4 euro), Fermo (23 euro), Asti (39 euro), Messina (41 euro), Trapani, Cosenza e Ascoli Piceno, (50 euro), Trento, (60 euro), Enna (87 euro), Cuneo e Caltanissetta (92 euro). Sono le uniche città sotto i 100 euro per questa tipologia di immobile.

ZONA CENTRALE: Crotone (102 euro), Fermo ed Enna (112), Caltanissetta (133), Vibo Valentia (189), Isernia (196),Vercelli (225), Mantova (229), Nuoro (235), Catanzaro (237).

Sotto i 300 euro anche Asti, Trapani, Oristano, Matera, Catanzaro, Gorizia, Siracusa, Vercelli, Sondrio, Imperia, Ragusa.

PERIFERIA: qui c’è un nutrito gruppo di città in cui l’Imu sulla prima casa non si paga (tenendo conto delle aliquote e delle agevolazioni, l’imposta di azzera). Succede a Crotone, Fermo, Asti, Messina, Trapani, Cosenza, Ascoli Piceno, Cuneo, Terni, Reggio calabria, Oristano, Piacenza, Viterbo, l’Aquila, Sicuracusa, Mantova, Sondrio, Lucca, Rieti, Brindisi, Ragusa, Potenza, Vicenza, Massa, Taranto, Campobasso, Palermo, Pistoia, Lodi, Brescia Bergamo.

Sono una quarantina le città sotto i 100 euro, di cui cinque (Caltanissetta, Vibo Valentia, Pesaro, Macerata e Como) sotto i 10 euro.

Ad aliquota IMU più alta, quindi, non corrisponde sempre una maggiore tassa perchè a controbilanciare vi possono essere le rendite catastali inferiori: in ben 31 città, l’IMU prima casa sarà uguale a zero:

=> Leggi come calcolare l’IMU, fra Catasto e prezzo di mercato

Altre abitazioni

Le città più care, a seconda delle zone, sono Roma, Torino, Bologna, Milano. In genere, l’IMU sulle seconde case ha prezzi ben più elevati rispetto alla prima casa: può superare i 4mila euro in centro a Milano o a Roma, mentre non scende quasi mai sotto i 200 euro.

=> IMU seconde case, consulta le aliquote per immobili in affitto o sfitti

ZONA SEMICENTRALE

Top Ten: Roma (2869 euro), Torino (2676), Bologna (2538), Milano (2207), Napoli, (2180), Genova (2125), Verona (2014), Pisa (2mila euro), Veneiza (1931), Firenze (1821).

In più della metà delle città, l’Imu su questa tiplogia di immobile costa più di mille euro.

ZONA CENTRALE

Top Ten: Milano (4746 euro), Roma (4332), Bologna (3035), Torino (2980),Verona (2897), Bari (2759), Firenze (2732), Salerno (2704), Napoli (2594), Venezia (2589).

C’è poi una decina scarsa di città in cui l’Imu è comunque sopra i 2mila euro, mentre la quasi totalità presenta cifre fra i 1000 e i 2mila euro.

PERIFERIA

Top Ten: Bologna (1407), Roma (1214), Salerno (1131), Siena (1048), Milano (1021), Firenze (993),
Bari e Savona (966), Reggio Emilia (965), Ferrara (960).

IMU seconde case meno cara

ZONA SEMICENTRALE: Crotone (388 euro), Messina (425), Trento (510), Terni (525), Asti (539), Catanzaro (550), Matera (574), Cuneo e Fermo (590), Ascoli Piceno (600 euro).

ZONA CENTRALE: Crotone (575 euro), Enna (672 euro), Catanzaro (700), Catanissetta (758), Belluno (791), Fermo (828 euro), Ragusa (870), Gorizia (890), Matera (930), Oristano e Nuoro (985), Vibo Valentia (993).

Quelle appena elencate sono le uniche città sotto i 1000 euro.

PERIFERIA:Fermo (193 euro), Messina (199), Terni (205), Palermo (210), Ragusa (222 euro), Ascoli Piceno (228), Asti (244), Lucca (270 euro), Crotone (273), Trapani (309).

=> Per aliquote e saldo 2012 vai allo Speciale IMU

I dati emergono dallo studio Confappi (Confederazione piccola proprietà immobiliare) per Il Sole 24Ore che ha simulato l’imposta per un immobile di 100 mq e classificazioni catastali omogenee (classi A2 o A3).