Microsoft-Governo, accordo per la ricerca

di Alfredo Polito

scritto il

Microsoft, regioni e governo insieme per creare tre centri di innovazione in Piemonte, Campania e Toscana. Oggi firmata l'intesa

Microsoft e il Governo italiano hanno firmato un protocollo d’intesa per una collaborazione nelle attività di formazione, trasferimento tecnologico e progetti di ricerca in tre “Centri per l’Innovazione” da realizzare in Piemonte, Campania e Toscana.

L’accordo è stato sottoscritto oggi a Palazzo Chigi dal ministro dell’Università e della Ricerca, Fabio Mussi, dal ministro della Pubblica amministrazione, Luigi Nicolais e dall’amministratore delegato di Microsoft Marco Comastri.

«Questo modello avanzato di collaborazione tra poteri pubblici e grandi aziende è volto ad aumentare il livello di specializzazione delle attività di ricerca del nostro sistema», spiega Mussi. Per Nicolais «si tratta di un ulteriore passo in avanti nella collaborazione tra multinazionali e università, per attrarre investimenti sul territorio. Grazie a questo accordo – continua – si aprono grandi opportunità per la miriade di aziende medio-piccole, come ad esempio nella subfornitura».

Comastri ha affermato che «Microsoft intende lavorare per aiutare il Paese a chiudere questo ritardo di tecnologia attraverso due filoni: quello delle partnership e attraverso progetti concreti che portano innovazione sul territorio».

Il ministro dell’Università ha precisato che Governo e Regioni «implementeranno gli investimenti» sostenuti da Microsoft, anche se al momento non è ancora stato deciso in che misura.

Mercoledì prossimo, in Piemonte, parte il primo accordo.