Tratto dallo speciale:

Esodati: nuova salvaguardia per 6500 licenziati individuali

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Esodati: quarta salvaguardia che vede coinvolti 6500 licenziati individuali, il CdM stanzia 700 milioni di euro.

Arriva per 6500 lavoratori esodati una risposta strutturale dal Consiglio dei Ministri che ha cancellato le rate IMU 2013 su prime case e agricoltura (=> Leggi della cancellazione dell’IMU 2013) e ha rifinanziato la Cassa Integrazione Guadagni (CIG) per 500 milioni di euro. Gli esodati oggetto delle decisioni del CdM sono i licenziati individuali, ovvero la «categoria più disagiata» tra gli esodati, ha sottolineato il premier Enrico Letta durante la conferenza stampa a margine del CdM. Più in particolare si tratta dei lavoratori che sono stati oggetto di una risoluzione unilaterale tra l’1 gennaio 2009 e il 31 dicembre 2011, ovvero che hanno interrotto il proprio rapporto prima dell’applicazione della riforma sulle pensioni e che sarebbero dovuti andate in pensione tra 2011 e 2014. Si tratta del quarto intervento, dopo i tre del governo Monti (=> Vai allo Speciale Esodati), volto a trovare una soluzione per centinaia di lavoratori che dopo la Riforma delle Pensioni Fornero si sono trovati in un limbo senza pensione né stipendio. Con questa misura «aggiungiamo 6500 persone con un intervento di 700 milioni e anticipando la quarta salvaguardia», ha aggiunto il ministro del Lavoro Enrico Giovannini.