Trichet, riforme Basilea entro il 2010

di Noemi Ricci

scritto il

Il presidente della Banca Centrale Europea ritiene che sia necessario completare riforme Basilea, da approvare entro il 2010, per poter ottenere un sistema di credito più forte a beneficio di tutta l'economia

A margine del Global Economy Meeting, il presidente della Banca Centrale Europea, Jean-Claude Trichet, oltre a sottolineare il generale clima di ripresa a livello globale ha affermato che per un sistema bancario più solido è fondamentale completare tempestivamente il programma relativo alle riforme di Basilea.

Un iter più rapido sarebbe necessario per sostenere la crescita economica, soprattutto nel lungo termine.

Inoltre il gruppo dei Governatori delle banche centrali e dei responsabili della vigilanza ritiene positivi i progressi fatti dal Comitato di Basilea nel trasformare i precedenti accordi in un pacchetto di misure concrete e ha individuato quali sono le aree che meritano maggiore attenzione.

In particolare la riforma riguarderà le regole sugli accantonamenti per le perdite previste, i requisiti patrimoniali per costruire depositi di liquidità e di capitale da usare nei momenti difficili, la vigilanza sui rischi delle “Banche sistemicamente importanti” (Bsi).

Trichet ha assicurato che la riforma del Programma del comitato di Basilea non subirà ritardi e che i nuovi standard saranno approvati entro il 2010 e applicati entro il 2012.

Trichet ritiene infine che stiamo andando incontro ad una progressiva normalizzazione dell’economia, senza rischi di un doppio picco negativo, in uno scenario in cui le economie emergenti, dopo aver dimostrato una buona tenuta in questo difficile periodo e di essere in una fase molto chiaramente più dinamica, a ricoprire un ruolo da protagoniste.

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro