Tratto dallo speciale:

PMI edili siciliane: class action contro ritardo pagamenti

di Teresa Barone

scritto il

Imprese edili siciliane contro la PA: class action di protesta, richieste risarcimento danni e avviso di sospensione cantieri morosi.

Ance Sicilia ha promosso l’avvio di una class action per protestare contro i ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione: un’iniziativa che si allinea con quella lanciata dall’Ance Nazionale che ha indetto una manifestazione a Roma per chiedere al Governo maggiore attenzione verso le PMI attive nel settore delle costruzioni.

Sospensione cantieri

L’associazione che riunisce anche le imprese edili siciliane annuncia anche la possibilità che siano sospesi i cantieri di opere appaltate da parte di enti pubblici che non pagano, una decisione che testimonia il clima di protesta e malcontento in cui versano le PMI dell’isola.

Scopri tutte le news per le imprese edili

«Prima non dormivamo a causa dell’oppressione della mafia. Avevamo riconquistato il sonno grazie ai risultati della svolta di legalità che abbiamo sostenuto. Adesso non dormiamo più perché le pubbliche amministrazioni non ci pagano da anni e nel frattempo Riscossione Sicilia ci perseguita con le cartelle esattoriali

Richiesta risarcimento danni

La class action avrebbe sia la funzione di chiedere lo smobilizzo dei crediti, sia al fine di ottenere un risarcimento per i danni provocati dalle morosità a beneficio delle imprese già fallite, come anche alle PMI che versano attualmente in pessime condizioni.

Leggi tutte le news per le PMI della Sicilia

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali