Forlì-Cesena verso l’internazionalizzazione

di Paolo Iasevoli

scritto il

La Camera di Commercio di Forlì e Cesena mette a disposizione 200.000 euro per le imprese che vogliono farsi conoscere all'estero

L’internazionalizzazione delle PMI italiane si conferma uno degli aspetti strategicamente preminenti nell’attuale panorama economico. L’iniziativa della Camera di Commercio di Forlì Cesena è solo l’ultima di una lunga serie di programmi proposti da enti camerali, Regioni e Provincie di tutta Italia a supporto delle imprese che vogliono farsi conoscere all’estero.

In questo caso oltre ai contributi per partecipare alle fiere estere, la CdC ha emanato una «Disciplinare in favore di programmi di penetrazione commerciale e/o di cooperazione industriale nei mercati esteri.

Sono stati stanziati 200.000 euro da erogare durante il 2007, a disposizione di tutte le imprese della provincia appartenenti ai settori manifatturieri, di commercio e di servizi (ad esclusione del turismo, per il quale è stato predisposto un regolamento apposito).

Le imprese che vogliono usufruire dei contributi devono presentare progetti di internazionalizzazione aggregati, che vedano la partecipazione congiunta di almeno 3 aziende riunite in consorzi, società consortili o anche ATI (Associazioni Temporanee di Imprese). I finanziamenti erogabili per ogni singolo soggetto hanno un tetto massimo di 40.000 euro e possono coprire il 50% della spesa ammissibile.

I termini di scadenza sono fissati per il 30 Aprile e le domande dovranno essere consegnate all’Unità Operativa Internazionalizzazione della Camera di Commercio di Forlì Cesena, contattabile via email o telefonando allo 0543 713480. È comunque prevista una seconda tranche di erogazione per il periodo compreso tra il primo Settembre e il 31 Ottobre 2007.